Ucciso dirigente Brugherio calcio: due arresti

ucciso dirigente brugherio calcio carabinieri

Madre e figlio fermati per l’omicidio di Andrea La Rosa

Ucciso dirigente Brugherio calcio da un uomo e una donna. Il corpo dell’ex calciatore è stato trovato dai carabinieri nel bagagliaio di un’auto che viaggiava lungo la Milano-Meda. Sulla macchina c’erano due persone che sono state fermate per essere interrogate per tutta la notte. Una vicenda poco chiara di prestiti non restituiti. L’auto, fermata sulla superstrada Milano-Meda, all’altezza di Varedo. Madre e figlio, accompagnati in caserma e interrogati per tutta la notte, erano da tempo monitorati dagli investigatori, che hanno fatto scattare il blitz appena capito che la banda stava tentando di liberarsi del cadavere, abbandonandolo in una cava o in un canale. Si tratta di Antonietta Biancaniello e suo figlio Raffaele Rullo, di Quarto Oggiaro (Milano).

Ucciso dirigente Brugherio calcio: l’arresto

Un interrogatorio durato tutta la notte. Del resto i due fermati non è che potessero negare di andare in giro per la Brianza con un cadavere nel bagagliaio. Poi alle prime luci dell’alba i carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto emesso dal pubblico ministero due persone (un uomo e una donna). La coppia è ritenuta responsabile in concorso dell’omicidio e della soppressione del cadavere di Andrea La Rosa. Giovedì 16 novembre era stata denunciata la scomparsa da parte dei familiari.

Ucciso dirigente Brugherio calcio: il fatto

E’ stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l’ex calciatore milanese di serie C e direttore sportivo del  . Di lui non si avevano notizie dal 16 novembre, giorno in cui il ragazzo aveva interrotto ogni contatto con i genitori e gli amici. L’ultima volta era stato visto fuori dagli spogliatoi della sua squadra. I carabinieri avevano aperto un’inchiesta che ipotizzava l’omicidio dopo la denuncia di scomparsa della famiglia. I suoi assassini hannoanche tentato di sciogliere il cadavere con l’acido ma non ci sono riusciti. Hanno quindi tentato di occultare il cadavere ma sono stati scoperti.

Ucciso dirigente Brugherio calcio: la scomparsa

Dopo una fase in cui si ipotizzava l’allontanamento volontario, i carabinieri avevano orientato le indagini verso l’omicidio. La Rosa non aveva mai lasciato l’Italia con la sua auto e non era stato registrato alcun passaggio dalle frontiere. Scomparso nel nulla. L’ex calciatore era stato visto il 14 novembre nella sede della società di calcio Brugherio 1968, di cui era direttore sportivo, per la presentazione del nuovo allenatore Marco El Sheikh.  La vittima era socio di un’azienda di consulenze. Aveva poi raccontato di avere un appuntamento con un amico in zona Quarto Oggiaro a Milano. Nessuno dei presenti aveva raccontato di averlo visto particolarmente agitato, ma erano emerse alcune vicende poco limpide di denaro che lo avrebbero coinvolto.

Marco Pirola

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here