Trasporti Brianza, a febbraio addio a due linee di bus

trasporti brianza nuovabrianza

Corse autobus Brianza in arrivo tagli alle linee pubbliche locali

Trasporti Brianza rivoluzione in vista. Per gli autobus in Brianza anno nuovo, vecchia storia. Niente da fare per 10.000 passeggeri brianzoli. Appiedati. Tanto fermento e impegno da parte del presidente provinciale Gigi Ponti non sono valsi a smuovere una situazione paradossale. Giusto settimana scorsa avveniva l’incontro tra Provincia di Monza e Brianza e sindaci interessati. L’ultimo disperato tentativo per evitare il verdetto beffa, che alla fine però è arrivato inesorabile. Da febbraio diventano esecutive le soppressioni di due linee di trasporto e limitazioni su altre cinque. Questo contestualmente all’apertura di una nuova tratta.

Trasporti Brianza: tratte eliminate e nuove limitazioni

Dal 1° febbraio il via a modifiche e sospensioni definitive del servizio di trasporto pubblico. Pronte le soppressioni delle linee z225 Nova Milanese – Sesto San Giovanni e z227 Monza Ospedale/Lissone FsMuggiò – Sesto. Riduzioni della mobilità previste sulle seguenti tratte. z115 Saronno Fnm – Cesano Maderno Fni – Seregno Fs: soppressione servizio estivo e non scolastico. z116 Cesano Maderno Fnm – Seregno Fs: riduzione della frequenza nelle ore pomeridiane e lieve riduzione dell’arco di servizio. z315 Vimercate – Gorgonzola: riduzione del servizio nei mesi di giugno e luglio. z321 Monza Fs – Trezzo sull’Adda: Soppressione servizio festivo. Nuova apertura riguarderà la z237 Monza Ospedale – Lissone Fs – Muggiò.

Trasporti Brianza: prospettive

Eppure i termini della questione sembravano e sembrano essere piuttosto chiari. Le risorse della sola Regione Lombardia a garantire la permanenza di tutte le linee attive non bastano. Senza nuovi fondi il rischio tagli alle corse era scontato. Per limitare i danni, sono stati preservati i periodi scolastici, a scapito di qualcun altro. Per questo il presidente Gigi Ponti ha avanzato un nuovo appello a Regione Lombardia e al Ministero, perché considerino gli ingenti flussi di carico della Brianza. Provincia che conta quasi 900.000 abitanti. E la necessità di un incontro dell’Agenzia di Trasporto Pubblico, per valutare insieme a Città Metropolitana le azioni che possano alleggerire i già prevedibili disagi. Peraltro è già stata attivata anche una petizione per salvare le due linee prossime alla soppressione. Da consegnare a Regione Lombardia, all’ufficio Presidenza Monza e Brianza e al Sindaco di Nova Milanese. Per aderire www.change.org/p/regione-lombardia-contro-la-soppressione-della-linea-z225.

Matteo Lucchini

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here