Tennis / Ruggito di Ilaria Leoni al Master della Brianza

La premiazione femminile, da sinistra la semifinalista Bianca Omedè, la finalista Cinzia Argentini e la vincitrice Ilaria Leoni
foto 1
Il vincitore Massimo Pellagatti, dell’At Cesano Maderno, con il finalista Alberto Carminati, del Tc Bellusco

Usmate – Anche la classifica comincia a prendere forma. La seconda tappa del Master della Brianza, giunto alla 34a edizione, dà delle indicazioni ben precise. Lo fa da Usmate Velate, dove è andata in scena la seconda tornata del circuito più longevo d’Italia e riservato a giocatori e giocatrici di quarta categoria. Alla fine la coppa al cielo l’hanno alzata Massimo Pellagatti dell’At Cesano Maderno (Monza e Brianza) e Ilaria Leoni del Tc Tirano (Sondrio). Ed è proprio quest’ultima che si lancia come protagonista della stagione 2014. Dopo la finale ottenuta all’esordio al Tc Concorezzo, la valtellinese è riuscita ad arrivare in fondo anche a Usmate, dove però non ha mancato l’acuto. Se nella tappa precedente era stata imbrigliata nella rete di Patrizia Pozzoli, questa volta Ilaria ha saputo portare a casa un match duro, lungo due ore e mezza e chiuso con il punteggio di 6-1 3-6 6-4, battendo la concorrenza della padrona di casa Cinzia Argentini (entrambe le finaliste vantano una classifica nazionale pari a 4.1). E così la Leoni, con i 20 punti riservati alla vincitrice, sommati ai 15 in dote dalla finale raggiunta a Concorezzo, vola in vetta alla classifica generale, quella che promuoverà otto partecipanti e consegnerà loro il pass per giocarsi il Master Finale in autunno al Tc Arcore. È ancora presto per questo genere di conti, ma è chiaro che partire con il piede giusto può fare la differenza. Danno una buona spinta alla loro classifica anche le due semifinaliste, vale a dire Bianca Omedè (4.2 del Ct Monza) e Serena Gobbi (4.NC del Tc Roseda di Merate).

La premiazione femminile, da sinistra la semifinalista Bianca Omedè, la finalista Cinzia Argentini e la vincitrice Ilaria Leoni
La premiazione femminile, da sinistra la semifinalista Bianca Omedè, la finalista Cinzia Argentini e la vincitrice Ilaria Leoni

In campo maschile a spuntarla è stato il 4.1 Massimo Pellagatti, bravo a dominare nel match conclusivo il pari-classificato Alberto Carminati del Tc Bellusco. 6-1 6-3 il punteggio finale del match, andato in scena immediatamente a seguire di quello femminile. Quattro game lasciati per strada e 20 punti incamerati: un bottino che consente a Pellagatti di agganciare il leader della “generale” Ghisi, vincitore all’esordio sui campi di Concorezzo. In semifinale, Carminati ha vinto il derby tutto griffato Tc Bellusco sul 4.2 Davide Ghezzi, mentre il futuro vincitore Pellagatti ha prevalso su Stefano Guglieri, 4.1 del Tc Lecco. Entrambi i tabelloni hanno trovato il loro epilogo al coperto, a causa della pioggia che si è abbattuta su Usmate Velate nei giorni scorsi: “La stessa cosa è successa anche a Concorezzo – racconta Marco Gerosa, vice-presidente del Tc Arcore e anima del circuito – e così siamo stati costretti, anche questa volta, a ripiegare sui campi indoor e a far fare gli straordinari al giudice arbitro Daniela Pisinicca”. E dopo due tappe ‘combined’, con uomini e donne impegnati sugli stessi campi, il terzo appuntamento del calendario divide le strade. I maschi sono di scena al Molinetto Country Club di Cernusco sul Naviglio (provincia di Milano), mentre le ragazze vanno in campo allo Sport Center 2011 di Brugherio (Monza e Brianza).

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here