Sicurezza stazione Monza ancora sul binario morto

sicurezza stazione monza

Attorno allo scalo ferroviario tutto come prima: scippo, inseguimento e coltellate

Sicurezza stazione Monza sul binario a morto. A partire per ora con i treni, sono  ancora le coltellate. Uno scippo, un inseguimento, controinseguimento e poi le coltellate finali. È accaduto nella tarda serata di giovedì, nei pressi della stazione ferroviaria dello scalo brianteo. Tutto è cominciato poco distante, ai giardinetti di via Azzone Visconti, luogo di ritrovo preferito di piccoli spacciatori.

Sicurezza stazione Monza, il fatto

Erano da poco passate le 23 quando si trovano seduti a una panchina anche due giovani dell’Est Europa. Chiacchierano. Hanno il telefonino in mano quando su di loro si avventa un altro giovane, dalle descrizioni di origine africana. Quest’ultimo allunga le mani, afferra il cellulare di uno dei due. Gli dà uno spintone, glielo strappa e si dà alla fuga. L’aggressore  però ha fatto male i suoi conti e non si aspetta la reazione della vittima. Quest’ultimo si mette subito a rincorrerlo e riesce a strappargli di mano il telefonino.

Sicurezza stazione Monza, il coltello

Ma non finisce qui. Il rapinatore infatti non si arrende ed estrae un coltello. Alcuni fendenti contro il legittimo proprietario del telefonino. Quest’ultimo, un giovane di 23 anni, riesce a a parare i colpi sollevando istintivamente le braccia. I fendenti colpiscono i gomiti, senza provocare ferite gravi. Nella colluttazione il telefono cade a terra. Sul posto intanto intervengono una volante della Questura di Monza e un’ambulanza inviata dal 118. Il ferito viene accompagnato al pronto soccorso del Policlinico di Monza. Al momento non ci sono tracce dell’accoltellatore, le indagini della polizia di Stato sono in corso.

Marco Pirola

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here