Serie D/A – Impresa Folgore Caratese: è salvezza

valente
Giulio Valente
bacci
Mister Cristiano Bacci centra la salvezza con la Folgore Caratese

FOLGORE CARATESE-DERTHONA 3-1

FOLGORE CARATESE: Sperduti, Perego, Gridi, Zorloni (81’ Chella), Rota, Dellamaggiora, Virga, Concina (69’ Bosisio), Diop, Cesana, Valente (60’ Brumana).
 All. Bacci

DERTHONA: Ferraroni, Zefi, Mazzocca (43′ De Ruggiero), Stankovic, Priolo, Gilio, La Caria, Montingelli, Farina, Carru (65’ Esanu), Serra.
All. Scarnecchia

MARCATORI: 13′ Serra (D), 24′-45′ Valente (FC), 91’ Cesana (FC)

ARBITRO: Fourneau di Roma

AMMONITI: Diop, Virga (FC), Zefi, Montigelli (D)

ESPULSO: 69’ allontanato per proteste mister Scarnecchia (D)

NOTE – Angoli 4-3 per Folgore Caratese. Spettatori 500 circa, di cui un consistente gruppo di tifosi del Derthona

 Carate – Folgore Caratese salva, Derthona ai playout. E’ questo il verdetto del XXV Aprile dove si è giocata la cosidetta  partita da “dentro o fuori”. Alla fine a sorridere è la squadra di Cristiano Bacci che supera 3 a 1 il Derthona nella partita più importante (per entrambe) della stagione. Impresa incredibile dei brianzoli, se si pensa com’era la situazione della squadra quando Cristiano Bacci ha sostituito in panchina Massimo Sala.

La forza della Folgore Caratese è non demoralizzarsi e crederci soprattutto quando il Derthona al 13’ passa in vantaggio con Serra, il cui tiro finisce sotto la traversa sorprendendo Sperduti. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e a provarci in due occasioni è Valente (recuperato all’ultimo dall’infortunio e non ancora al top della forma) che, alla fine, firmerà una doppietta. Al terzo tentativo l’attaccante ex Olginatese centra il bersaglio. Su cross di Cocina dalla sinistra, colpo di testa del bomber dei brianzoli che firma il momentaneo 1 a1. Prima del riposo la Folgore Caratese ribalta il risultato, sempre con Valente. L’azione del 2 a 1 vede prima il tentativo di Cesana (tiro ribattuto), poi di Diop ed infine quello vincente di Valente che, sulla linea di porta, manda di testa la palla nel sacco. Nella ripresa si aspettava la reazione del Derthona che arriva, però, solo al 90’. Nell’occasione è bravo Sperduti a deviare l’insidiosa conclusione degli ospiti in angolo. La Folgore Caratese invece si fa vedere al 69’ ancora con Valente, ma Ferraroni è bravo a deviare il pericolo con il piede. La conclusione di Diop, invece, al 75’ è troppo centrale. Si arriva agli ultimi istanti del match quando Cesana  al 91’ fa esplodere di gioia il XXV Aprile. Su un rinvio del portiere, Diop protegge la palla, salta il suo marcatore e al limite dell’area serve l’accorrente Cesana che, a portiere in uscita, di piatto non fallisce il gol del definitivo 3 a 1. Al triplice fischio dell’arbitro è un tripudio azzurro. In campo e sugli spalti. La Folgore Caratese è salva. Per il Derthona, invece, la permanenza in serie D dovrà passare attraverso i playout . Domenica 18 maggio i bianconeri di Scarnecchia sfideranno a domicilio in gara unica la Pro Dronero. L’altra sfida salvezza sarà Albese-Sestri Levante.

POST PARTITA/MISTER BACCI: “BRAVISSIMI A REAGIRE… ” – In casa Folgore Caratese c’è aria di festa. Mister Cristiano Bacci è felicissimo. La “sua” Folgore Caratese ha centrato un obiettivo, insperato solo pochi mesi fa. “Sono stati tutti bravissimi” sono le prime parole del tecnico degli azzurri. “Dopo il loro vantaggio iniziale, i ragazzi sono stati bravissimi a reagire subito – aggiunge BacciBravissimo Valente, recuperato all’ultimo e sebbene non ancora in forma, ha giocato e disputato una gran partita coronata da una doppietta. Tutti i giocatori meritano un applauso….”. La Folgore Caratese ha centrato un obiettivo, insperato solo pochi mesi fa. “Abbiamo fatto un miracolo sportivo, compiuto qualcosa di incredibile – puntualizza Bacci – Quando sono arrivato io eravamo quasi spacciati e penso che nemmeno il più ottimista avrebbe scommesso sulla nostra impresa. Sapevo che sarebbe stato difficile, ma ho sempre creduto, altrimenti non avrei accettato la panchina. Il mio primo obiettivo erano i playout…”. Invece è arrivata la salvezza diretta. “I ragazzi si sono sempre impegnati, hanno lavorato tanto e in loro c’è sempre stata la volontà di rifarsi, di risalire la china” ha concluso un Bacci soddisfatto ed orgoglioso dell’impresa azzurra. Gran parte del merito è suo che ha saputo soprattutto ridare lo spirito giusto alla squadra.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here