Serie D/B: La Pro Piacenza punisce il Seregno

pro piacenza-seregno

Di Maio

SEREGNO-PRO PIACENZA  0-1

SEREGNO: Maino, Di Lauro (82’ Lucente), Cortinovis, Di Maio, Angelotti, Magrin, Lacchini, Comi (72’ Vitali), Battaglino, De Marinis (71’Giambrone), Marzeglia. All. Sassarini


PRO PIACENZA: Donnarumma, Feher Mihai, Rieti, Colicchio, Castellana, Pessagno, Silva (82’ Cortesi), Cazzamalli, Matteassi, Piccolo (86’ Bignotti), Franchi. All. Campese (Franzini squalificato)

MARCATORE: 75’ Franchi

ARBITRO: Fichera di Catania

ESPULSI: 68’ Magrin (S), Di Maio (S) 87’ (S). Dalla panchina 87’ Boatto (S)


AMMONITI: Di Lauro, Di Maio, De Marinis (S); Silva, Piccolo
 (P)

NOTE: Calci d’angolo 2-2. Spettatori: oltre 700

Seregno – Le luci del “Ferruccio” sorridono alla capolista Pro Piacenza che, nell’anticipo della 9° giornata di ritorno, vince di misura contro un Seregno che non ha sicuramente demeritato. Anzi, in parità numerica sono i brianzoli a creare le occasioni migliori.

La formazione di Franzini (squalificato, in panchina siede Campese) allunga ulteriormente sulle dirette inseguitrici e vede sempre più vicina la Lega Pro. Il risultato penalizza troppo gli azzurri di Sassarini sui quali pesa la decisione (apparsa troppo affrettata) dell’arbitro di espellere al 68’ Magrin. Fin quando le due squadre sono rimaste in parità numerica, la gara si è mantenuta sui binari dell’equilibrio con il Seregno che crea più occasioni e si rende maggiormente pericoloso rispetto agli avversari.

Gli uomini di David Sassarini partono subito con l’atteggiamento e la determinazione giusta. Gli azzurri ci provano nei primi minuti di gara con Comi e Marzeglia. Il primo perde l’attimo giusto permettendo così alla difesa biancorossa di intervenire, mentre sul colpo di testa del secondo il portiere si salva in tuffo. La Pro Piacenza risponde con Piccolo che, ben servito da Franchi, calcia di un soffio fuori. Occasioni importanti, poi, fino al riposo non si registrano più, eccetto le proteste dei padroni di casa per un fallo in area di rigore di Castellana su Marzeglia.

La ripresa vede una certa supremazia del Seregno, almeno fino a quando rimane in undici. I primi venti minuti del secondo tempo sono di marca azzurra. Prima ci prova Battaglino, ma il suo destro finisce sopra la traversa, poi Magrin da fuori area, ma sulla sua conclusione ci mette una pezza, anzi un piede, Matteassi e successivamente Angelotti che colpisce un palo su punizione. Al 68’ l’episodio che cambierà il volto del match. L’arbitro giudica da rosso un fallo di Magrin a centrocampo. Il Seregno rimane in dieci e al 75’ gli azzurri vengono puniti dalla Pro Piacenza che, al primo affondo, passa con Franchi, lesto a ribattere in rete una traversa colpita da Pessagna su punizione di Matteassi. Da registrare che il Seregno chiuderà in nove per il rosso a Di Maio (87’).

La sconfitta contro la Pro Piacenza ferma a 12 la striscia di risultati positivi del Seregno che, anche stavolta, non riesce a sfatare il “tabù” delle telecamere della Rai.

 

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here