Serie D/A: Folgore Caratese, sconfitta dagli ex a Caronno

perego

CARONNESE-FOLGORE CARATESE 3-0

CARONNESE: Di Graci, Manta, Lanini, Corrado (73’ Baldan), De Spa, Rudi, Lucchese (63’ Sansonetti), Guidetti, Moretti, Corno (85’ Ferrè), Giudici. All. Zaffaroni

FOLGORE CARATESE: Logofatu, Perego, Bosisio, Zorloni, Rota (46’ Pozzi), Dallamaggiora, Virga, Chella (73’ Ansong), Cesana (51’ Gridi), Valente, Diop. All. Bacci

MARCATORI: 4’ Giudici, 43’ Moretti, 86’ Ferrè

ARBITRO: Loprete di Catanzaro

AMMONITI: Valente, Ansong, Pozzi (FC)

ESPULSIONE: 49’ Perego (FC) per doppia ammonizione

 Caronno Pertusella – Fra Caronnese (4°) e Folgore Caratese (15°) ci sono ben 25 punti di distacco, ma almeno fino al raddoppio dei padroni di casa, in campo non si è vista così tanta differenza fra le due squadre. La Folgore Caratese, soprattutto nel primo tempo, gioca una buona partita, forse una delle migliori finora disputate. Al 4’ però i padroni di casa sbloccano il punteggio con Giudici, lesto a sfruttare una palla persa sulla tre quarti dagli azzurri. L’attaccante rossoblu imbatisce una bella azione personale e, dopo aver saltato il suo diretto avversario, dal vertice sinistro fa partire un gran tiro che finisce nel sette alle spalle di Logofatu. La Folgore Caratese non si demoralizza e cerca di reagire. Su uno dei calci d’angolo conquistati (alla fine se ne contano 7 per gli ospiti contro i 5 dei locali), Bosisio da buona posizione ci prova con un diagonale che finisce però a fil di palo. La squadra di Bacci crea parecchio, ma non riesce a finalizzare. Come alla mezz’ora circa quando un indisturbato Diop, su cross dalla destra di Valente, manca completamente la palla del possibile 1 a 1. Prima del riposo la Caronnese raddoppia con uno degli ex di turno, Simone Moretti. Gli altri sono il tecnico Zaffaroni, Sansonetti e Guidetti.

Moretti
Uno degli ex del match Simone Moretti

Al 43’ Moretti su una delle sue punizione ( contestata dalla Folgore Caratese che costa anche il “giallo” a capitan Perego) non lascia scampo a Logofatu che si deve limitare a raccogliere la palla finita alle sue spalle. La ripresa riprende con l’espulsione di Perego per doppia ammonizione e la Folgore Caratese rimane in dieci. La Caronnese cerca di sfruttare nel modo migliore la superiorità numerica. Il numero uno ospite è bravo a respingere un tiro ravvicinato dell’ex Guidetti, poi devia in corner un rasoterra di Lanini. All’86’ Ferrè firma il tris rossoblu e archivia definitivamente il match.

In sintesi, la Caronnese è una bella ed attrezzata squadra (il quarto posto non è un caso…), ma la Folgore Caratese fino al secondo gol dei locali non ha demeritato. Anzi. Gli uomini di Bacci hanno giocato bene, ma sono mancati in fase realizzativa.

Post partita – Il tecnico della Folgore Caratese sorride a metà. “Quando si perde si è tristi, ma per il gioco espresso dai miei ragazzi e per la reazione che hanno avuto non posso che sorridere. E’ difficile dire certe cose quando perdi 3 a 0, ma io sono sereno dopo questa prestazione e per come ha reagito la squadra dopo il loro vantaggio”. Nell’analizzare il match, Cristiano Bacci non può non parlare dell’espulsione di Perego che ha costretto la Folgore Caratese a giocare per tutto il secondo tempo in inferiorità numerica. “Una espulsione che direi vergognosa… – afferma il mister toscano – Abbiamo preso due gol su due episodi…”. Bacci va oltre la sconfitta e puntualizza: “Ho visto tante cose positive. La Caronnese è sicuramente una squadra con giocatori di qualità, ma noi abbiamo dimostrato di saper giocare a calcio meglio di loro. Purtroppo, però, ai fini della classifica noi non abbiamo raccolto nessun punto, loro invece tre…”

 

 

 

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here