Serie D – Il Seregno non si ferma più…

magrin
Michele Magrin (Seregno)
magrin
Michele Magrin (Seregno)

SEREGNO-AURORA SERIATE 2-1

RETI: 28′ Cavalcante (S), 40′ Magrin (S), 24′ st Bertazzoli (A)

SEREGNO: Cortinovis S.; Pelucchi, Viganò, Cortinovis A., Mureno; Magrin, Lacchini (24′ st Giambrone); Comi (17′ st Lillo), Battaglino (29′ st Di Lauro), Cavalcante; Marzeglia. A disposizione: Bardaro, Cossa, Di Maio, Licciardello, Amelotti, Panin. All. Sassarini

AURORA SERIATE: Errico; Valietti, Anesa, Tognassi, Sorrentino; Laboranti (31′ st Guerci), Baldrighi; Bertazzoli, Germani, Nardi; Tonani. A disposizione: Pantaleo, Conci, Berishaku, Franzoso, Zanga, Piana, Avantaggiati, Cooper. All. Gaburro

ARBITRO: Degli Esposti di Bologna

RETI: 28′ Cavalcante, 40′ Magrin, 24′ st Bertazzoli (A)

Seregno – Continua la straordinaria marcia del Seregno in vetta al girone B di serie D: 38 punti in 15 partite, 38 gol segnati e solo 9 quelli subìti. Gli azzurri (a + 5 sulla diretta inseguitrice Castiglione) detengono anche il primato dell’attacco più prolifico e della difesa meno battuta del girone. Numeri che confermano la forza della squadra di David Sassarini che nell’ultimo turno di campionato ha inanellato la settima vittoria di fila al “Ferruccio” e il decimo risultato utile consecutivo. I brianzoli hanno superato 2 a 1 l’Aurora Seriate (sconfitta nell’ultimo triennio per la prima volta a Seregno), al termine di un match in cui i bergamaschi, soprattutto nella ripresa, hanno dato filo da torcere agli avversari e sfiorato in più occasioni il pareggio (annullato anche un gol nel finale) e, forse, sarebbe stato il risultato più giusto. Un Seregno tutto cuore e anima stringe i denti e alla fine può festeggiare insieme ai propri tifosi. A spianare la strada ai brianzoli è al 28’ Cavalcante che, entrato in area piccola, su un tiro cross trova la deviazione di Sorrentino che spiazza Errico. Prima del riposo il Seregno raddoppia con Magrin. Su un perfetto passaggio di Battaglino, il numero sei azzurro da venti metri circa fa partire un sinistro micidiale che si infila all’incrocio dei pali. Nella ripresa l’Aurora Seriate alla ricerca del gol mette in difficoltà il Seregno e al 24’ accorcia le distanze con Bertazzoli che concretizza un cross di Baldrighi. I bergmaschi riaprono il match e in più occasioni sono andati vicinissimi al pareggio, come al 2’minuto di recupero quando Bertazzoli segna, ma l’arbitro invalida il gol per fuorigioco e il Seregno può esultare per questi tre punti che valgono oro.

L’ANALISI DI MISTER SASSARINI – Un Sassarini obiettivo nel post partita ammette come “il pareggio sarebbe stato più. Faccio i complimenti all’Aurora Seriate per l’ottima prestazione”. Il Seregno però ha incamerato tre punti d’oro che “sono di buon auspicio” aggiunge il tecnico, il quale poi parla di un “ottimo primo tempo della squadra che è riuscita a superare una formazione molto chiusa”. Un Seregno diverso invece nel secondo tempo, dove, dopo il gol del 2 a 1 dell’Aurora, ha calato il ritmo ed è apparso un po’ troppo timoroso. “Questo è strano visto che giochiamo sempre allo stesso modo, indipendentemente dal risultato – ha sottolineato Sassarini – Bravi comunque ai ragazzi, perchè a volte, quando non domini, devi anche sapere soffrire e usare la sciabola al posto del fioretto. Noi lo abbiamo fatto, e continuiamo sulla nostra strada...”.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here