Serie D Girone B: Seregno beffato nel recupero dal Pontisola

cavalcante

SEREGNO-PONTISOLA 2-2

SEREGNO: Maino, Di Lauro (52’ Salice), Cortinovis, Di Maio, Angelotti, Magrin, Lacchini (84’ Giambrone), Comi, Battaglino, Cavalcante, Marzeglia. All. Sassarini

PONTISOLA: Mora, Bottini, Perico, Vanoncini, Augello, Luzzana (84’ Mologni), Stucchi, Ruggeri, Crotti, Rossetti (71’ Salandra), Cortinovis (56’ Traini). All. Del Prato

ARBITRO: Berger di Pinerolo (Amato di Catania – Giuffrida di Acireale)

MARCATORI: 12’ rig. Crotti (P), 48’ Cavalcante (S), 78’ Comi (S), 94’ Mologni (P)

AMMONITI: Angelotti, Magrin (S), Rossetti, Luzzana, Crotti, Stucchi (P). Espulso mister Sassarini a fine primo tempo per proteste

NOTE: Calci d’angolo: 1-0 per il Seregno. Recupero: 2′ pt + 4′ st

comi
Alessandro Comi sigla il momentaneo 2 a 1 per il Seregno

Il Seregno quando stava già gustando il dolce sapore della vittoria, il Pontisola acciuffa il pareggio. Un 2 a 2 emozionante, ma che lascia l’amaro in bocca agli uomini di mister Sassarini (allontanato dall’arbitro a fine primo tempo per proteste) che avrebbero meritato di uscire dal “Ferruccio” con l’intera posta in palio.

Cronaca – Si mette subito male per il Seregno che al 12’ (Luzzana di testa colpisce il palo…) si ritrova in svantaggio su un rigore, inesistente, concesso dal direttore di gara, avvertito dall’assistente di linea. Un rigore (dove sta il fallo? E da parte di chi?) che lascia tutti a bocca aperta, compresi i 22 in campo. Sul dischetto si presenta Crotti che non sbaglia e porta in vantaggio gli orobici. Il Seregno non si demoralizza e al 17’ ci prova con insistenza Comi, ma Mora è bravo a salvare. Poco dopo protagonista è ancora l’attaccante seregnese che, a contatto con il portiere ospite, va a terra, ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per decretare la massima punizione… Gli azzurri non si danno per vinti, ma sulla loro strada trovano un Pontisola ben organizzato e che riesce a chiudere i primi 45 minuti in vantaggio.

Ad inizio ripresa il Seregno trova subito l’1 a 1 con un ottimo Cavalcante che di sinistro “beffa” Mora. Le due squadre non si accontentano del pareggio e danno vita ad un match vivace ed emozionante. Al 6′ Crotti non sfrutta l’ottimo invito dell’ex di turno Cortinovis, mentre poco dopo su punizione capitan Battaglino sfiora il 2 a 1. I ritmi sono sempre più alti e al 33’ Cavalcante, dopo essersi fatto largo in area tra Luzzana e Bottini (si scontreranno poi in modo violento), serve un assist al bacio a Comi che, a porta vuota, realizza il 2-1. Al “Ferruccio” si alza un boato di gioia. Questa volta sembra proprio fatta, ma a 30 secondi dalla fine, nell’ultimo assalto bergamasco, Mologni di sinistro gela lo stadio e fissa il risultato sul 2 a 2.

Mister David Sassarini non risce a digerire l’espulsione, tanto meno il rigore trasformato da Crotti per il momentaneo 1 a 0 del Pontisola. L’allenatore azzurro è arrabbiato, ma preferisce non parlare dell’episodio “che ci è costato due punti. Dico solo che non mi è mai capitato di veder fischiare rigori del genere”.

Il 2 a 2 lascia l’amaro in bocca, anche perché i brianzoli, al sesto risultato utile consecutivo, avrebbero meritato la vittoria. “Anche oggi c’è stata una sola squadra che ha giocato a calcio. E quella siamo noi – afferma Sassarini sul sito ufficiale della società –  Il Pontisola ha vissuto di ripartenze, ed è un’arma che sono molto bravi a sfruttare, ma credo che oggi, come nelle ultime settimane, meritassimo i tre punti. Purtroppo bisogna anche evidenziare il pessimo stato del manto erboso, che non ci permette di creare lo stesso volume di gioco che si è visto nelle ultime trasferte. Per noi è un grosso handicap, e spero che la società in qualche modo possa correre ai ripari. Cosa ho detto alla squadra negli spogliatoi? Di rialzare la testa e andare avanti con la stessa voglia, perchè possiamo toglierci molte soddisfazioni proseguendo su questo percorso”.

Nonostante il gol, Alessandro Comi, come i suoi compagni, non può ritenersi completamente soddisfatto. “Spiace moltissimo, però nel calcio si sa che basta un singolo episodio per cambiare l’esito di una gara, e stavolta non siamo stati fortunati – sottolinea il bomber del Seregno – Credo comunque che si possa parlare di un’altra ottima prestazione di squadra, visto che al Pontisola abbiamo concesso solo qualche contropiede in 90’…”.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here