Seconda Divisione: Il Renate gioca, il Forlì vince

spampatti
scaccabarozzi
Jacopo Scaccabarozzi cerca di far male alla difesa ospite

RENATE-FORLI’ 0-1

RENATE:  Caroppo, Adobati, Gavazzi, Riva, Morotti; Gualdi, Baldo (84’ Malgrati), Chimenti (58’ Maccabiti); Castellani (70’ Florian), Spampatti, Scaccabarozzi. All: Boldini

FORLÌ: Tonti; Vesi, Fantini, Jidayi; Ferrini, Evangelisti, Bergamaschi (84’ Djuric), Gerolino; Tonelli (64’ Docente); Bernacci, Melandri (68’ Boron). All. Rossi

MARCATORE: 69’ Boron

ARBITRO: Albertini di Ascoli Piceno ( De Rubeis di L’Aquila e Di Monte di Chieti)

AMMONITI: Chimenti, Maccabiti (R); Bernacci, Bergamaschi, Boron, Evangelisti (F)

NOTE: Angoli: 4 a 3 per il Forlì. Recupero: 1’ + 3’. Spettatori: 250 circa

Meda – Il Renate si conferma squadra da trasferta. L’ultima vittoria al “Città di Meda” dei nerazzurri risale allo scorso 16 novembre contro il Bra. Nonostante le diverse palle gol create ed essere stata superiore per gran parte dell’incontro agli avversari, la squadra di Boldini non riesce a perforare la difesa del Forlì che si aggiudica nella ripresa i tre punti. La partita si risolve al 69’ quando il sinistro di Boron, in campo da soli 60 secondi al posto di Melandri, si insacca alle spalle di Caroppo, al suo esordio in nerazzurro.

Fin dalle prime battute di gioco il Renate dimostra grande concentrazione e determinazione nel voler far sua l’intera posta in palio. Il primo a rendersi pericoloso è il solito Scaccabarozzi che al 7’ fa partire un insidioso tiro dalla distanza, ma Tonti non si lascia sorprendere. Al 12’ grande occasione per le “pantere”: Scaccabarozzi serve una palla al bacio a Spampatti che, a tu per tu con Tonti, attende un po’ troppo prima di calciare e il portiere ha tutto il tempo per sistemarsi e salvare di piede la propria porta. L’unica volta dei primi 45 minuti che si fa vedere il Forlì è al 17’ con Bergamaschi, il cui destro al volo finisce a lato per un soffio.

Il Renate non demorde e al 24’ ci prova con Morotti, ma la sua fucilata non ha l’esito sperato. Un minuto più tardi sono ancora i nerazzurri a cercare di sbloccare il match, ma il colpo di testa di Spampatti su cross di Adobati finisce sopra la traversa. Il Renate si rende pericoloso anche sui calci piazzati. Punizione di Scaccabarozzi, l’attaccante ex Tritium prova la conclusione al volo, ma Tonti risponde presente. Prima del riposo, protagonisti sono ancora Scaccabarozzi e Spampatti: su punizione dell’ex Olginatese, c’è il tuffo di testa dell’attaccante bergmasco, ma anche in questa circostanza il portiere avversario riesce a sventare il pericolo.

La ripresa è la fotocopia del primo tempo, nel senso che è sempre il Renate a condurre le redini del gioco e a cercare di scardinare la difesa ospite, brava a chiudere gli spazi agli attaccanti brianzoli. La squadra di Boldini si fa vedere prima con il neoentrato Maccabiti che fa così il suo esordio in nerazzurro, poi con Castellani che, a porta vuota, di testa manda la sfera sopra la traversa. La risposta del Forlì sta nel pallonetto di Tonelli, ma l’estremo difensore locale è bravo a deviare in corner. Al 69’ c’è però il gol del Forlì che gela le “pantere”. Boron, entrato da solo un minuto, fa partire un rasoterra angolato dalla distanza che finisce alle spalle di Caroppo. Gli uomini di Boldini non si demoralizzano e cercano fino all’ultimo di raddrizzare il match. Nei minuti di recupero ci prova Maccabiti che, dopo aver saltato due avversari, vede la sua conclusione finire in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Scaccabarozzi,  Spamapatti di testa cerca il gol del pareggio, che, però, non arriva.

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here