Monza, respinto il ricorso. Curva e tribuna chiuse…

curva pieri

curva pieri

Monza –  La Corte di Giustizia Federale ha respinto il ricorso del Monza in merito la decisione del Giudice Sportivo di chiudere la Curva Sud (domenica 30 marzo) e la Tribuna Centrale (domenica 13 aprile) a seguito della segnalazione del Commissario Federale relativa ad alcuni cori razzisti durante la finale di andata di Coppa Italia contro la Salernitana. Nonché la multa di 1.000 euro alla società biancorossa. La CGF nel respingere il ricorso del club biancorosso ha precisato che entrambe le sanzioni dovranno essere eseguite nel corso della prossima gara di campionato. Quindi, domenica 30 marzo contro la capolista Bassano.

Il RICORSO DELLA SOCIETA’ – L’Ac Monza Brianza nella serata di giovedì ha presentato ricorso contro la squalifica della curva e della Tribuna centrale.  Ecco il comunicato della società, pubblicato sul proprio sito “Come riportato dall’organo di Giustizia Sportiva, nel corso della finale d’andata di Coppa Italia dalla tribuna centrale dello Stadio Brianteo si sono alzati cori i cui contenuti sono stati letti come aventi stampo razzista. La Societa’,  a seguito di detta condotta posta in essere da un numero estremamente limitato di soggetti (circa 4/5) è stata sanzionata con la chiusura per una giornata della curva e una della tribuna (provvedimenti avverso i quali la Società ha già proposto reclamo) creandosi altresì un precedente pericoloso che potrebbe tradursi, in presenza di altre violazioni, nell’attribuzione di punti di penalizzazione. La Società cercherà in tutte le sedi opportune di dimostrarsi estranea alle condotte contestate e di opporsi alla decisione dell’Organo di Giustizia Sportiva riguardo le varie penalizzazioni; preme sottolineare come l’A.C. Monza Brianza si sia da tempo distinto per la propria battaglia contro il razzismo, al punto da rinunciare allo sponsor principale per dedicare la propria maglia alla battaglia contro qualsiasi forma di razzismo. Anche relativamente all’episodio contestato, gli addetti alla sicurezza dello Stadio sono immediatamente intervenuti identificando e bloccando i responsabili dei cori in oggetto, che sono pertanto immediatamente cessati. La Società e la proprietà della stessa, nella figura del presidente Anthony Armstrong e di tutto lo staff, ci tengono a sottolineare ancora una volta la propria condanna verso qualsiasi forma di discriminazione e  la ferma determinazione nel combattere detta odiosa forma di inciviltà. La società ci tiene infine a ringraziare il proprio pubblico, con particolare riferimento alla curva Pieri, che ha sempre dimostrato e dimostra regolarmente il proprio grande attaccamento alla squadra nel pieno rispetto dei principi etici e morali che informano la gestione della società AC Monza e Brianza”.

I TIFOSI – Gli ultras della curva “Pieri”, intanto, hanno annunciato che faranno sentire dall’esterno del “Brianteo” il loro sostegno agli uomini di Asta, impegnati nella delicata sfida contro la capolista Bassano. “Ci fa molto piacere che questa volta la società abbia preso le difese dei propri sostenitori, quelli più fedeli, quelli che non essendo gli occasionali sono quelli penalizzati perche’ hanno fatto la tessera per le partite casalinghe e domenica non potranno fare il biglietto in tribuna. La Curva Pieri risponderà sostenendo la squadra dal piazzale tra curva e tribuna. Tutti presenti per Ri-conquistare la C1 tolta l’anno scorso” è quanto recita il comunicato degli ultras pubblicato sulla fan page di Facebook.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here