Ristorante: Lele Mora e Iva Zanicchi a Monza

ristorante lele mora monza

Ristorante Monza, il Segreto di Iva Zanicchi e Nicola di Bari. E la timidezza di Lele Mora. La prima cosa bella (tanto per parafrasare il titolo di una canzone…) che viene in mente, ma purtroppo non è stato così, è che i due abbiano cantato assieme. Magari facendosi accompagnare da un Lele Mora in versione casta e ripulita dagli scandali degli scorsi anni. Certo il tempo passa per tutti e pure per loro, ma sabato 10 settembre non era dedicato al canto o al gossip. Il cibo è stato il protagonista. Da Lesmo Green, dove risiede da anni la Zanicchi, a Monza è un attimo. Arte cucina a Monza, il posto in via Buonarroti 101 dove arte e cucina si incontrano e diventano fantasia e gusto nei piatti. Sembra il solito gioco di parole per attirare lettori, ma quando il cuoco (anche se è riduttivo chiamare Luigi Fornoni con tale termine…) oltre che cucinare i piatti li “disegna”.

ristorante monza nuovabrianza

Ristorante: tutti a tavola con Lele Mora

Un sabato sera italiano. Di quelli dedicati alla cucina e ai ricordi. Tanti. Il posto non scelto a caso. In fondo a via Buonarroti a Monza. Un ristorante di Monza di quelli di grido. E per Iva, soprannominata ai tempi d’oro l’aquila di Ligonchio, non poteva essere che quello. Di grido appunto. Una tavolata tra amici dove Iva Zanicchi ha voluto accanto il suo amico da sempre Nicola Di Bari. Il cantante famoso negli anni Sessanta e Settanta nonostante l’età e qualche acciacco, ha reso onore alla serata. E’ stato di compagnia diceva mia madre. E poi il gossip di Lele Mora che ha ricordato gli anni “ruggenti” delle veline e della feste in Sardegna. Un passato che ha dimenticato e vuole dimenticare.

ristorante lele mora

Ristorante Monza: Iva Zanicchi

Zingara come il titolo di una sua canzone, ma forse la definizione migliore la diede  Alighiero Noschese durante un’intervista televisiva. Iva Zanicchi è il pollice della canzone italiana. Una delle 5 personalità musicali e vocali più importanti della musica leggera italiana degli anni ’60 e ’70. Con MilvaMinaOrnella Vanoni e Patty Pravo. Qualche decina di milioni di copie vendute in tutto il mondo, una grande avvenire dietro le spalle anche in politica. Per lei hanno scritto artisti del calibro di  Franco CalifanoPaolo ConteLucio BattistiRoberto VecchioniZuccheroAlberto Radius, Bruno Lauzi. E in tempi più recenti: gli Avion TravelTiziano Ferro.

Ristorante Monza: Nicola Di Bari

Nicola di Bari per via della sua devozione totale al santo della sua città (Michele è il suo vero nome) può sembrare un vecchietto qualunque. Che cammina con il bastone e trovi sulla panchina del parco. Lui negli anni Settanta ha lavorato con l’amico Mogol, Gianni Morandi. Nelle sue canzoni si ritrova sovente il tema dell’emigrazione e il sentimento di grande attaccamento alla terra natia e alla vita rurale, con richiami alla campagna e ai suoi colori. Un po’ come il rivale Al Bano Carrisi. Ha vinto due Festival di Sanremo consecutivi, nel 1971 e 1972. Battisti, sentita una sua canzone, si mise alla chitarra facendosi accompagnare da Franz Di Cioccio. La incise e lo volle nella sua casa discografica. Ora Nicola Di Bari fa il pensionato a tempo pieno ed ogni tanto dalle parti di Brugherio viene a Monza che conosce perfettamente. Certo l’età ha fatto il suo corso, l’ugola non è più quella di una volta come la salute, ma per una serata tra amici in un ristorante amico si fa uno strappo alla regola.

Marco Pirola

ristorante nicola di bari
Nicola Di Bari

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here