Rally Monza: addetto si trancia 4 dita ma la gara non si ferma

rally-monza

Ferito un addetto antincendio la gara prosegue, nel caos, con la medical car in pista

Il primato di Valentino Rossi, in testa alla classifica del Rally di Monza 2015, rovinato da un incidente ad un addetto al servizio antincendio e dalla confusione in pista. Un dipendente della Cea si è tranciato quattro dita con un cavo mentre era in servizio in pista. Il ragazzo medicato dai sanitari di Monza rischia di perdere due dita della mano. I leoni (così vengono chiamati nell’ambiente gli uomini della Cea ndr) della Cea sono dipendenti della società che cura da sempre il servizio antincendio in autodromo durante le manifestazioni di cartello e sono famosi in tutto il mondo per la loro serietà e per la preparazione che dura oltre cinque anni.

Critiche al direttore di gara Fondacci

Le critiche sono rivolte a Fabrizio Fondacci, il direttore di gara che ha fatto partire una prova di un concorrente mentre in pista c’era ancora la “medical car”. Caos, urla alla radio contro i medici che dovevano accelerare l’uscita dalla pista perché la gara era già partita. Qualcuno ha sottolineato il fatto che erano le auto dei concorrenti a dover aspettare e che il direttore di gara avrebbe dovuto ritardare la prova vista l’urgenza e la gravità dell’incidente.

CRITICHE ANCHE ALLA VIABILITA’ – Da due giorni è un coro quasi unanime. La viabilità scelta quest’anno per il Monza rally non è certamente delle migliori e muoversi in questi giorni nei pressi dell’Autodromo può diventare un’impresa..

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here