Promozione B: Per il Lissone tre punti d’oro

cei stefano
Stefano Cei ha coronato la sua ottima prestazione a Milano con il gol vittoria del 2 a 1

 

LA SPEZIA-LISSONE  1-2 

LA SPEZIA: Bonito, Greco, Carabellese (79’ Vacalepre), Ciccarelli, Fumagalli, De Santis, Bardi, Ciocca, Piha (65’ Colombo), Mello, Siani (71’ Balletti). All. Scicchitano

LISSONE: Sauchelli, Arosio, Brambilla, Sudati, Tagliabue, Cappellini, Caruso, Gianoli, Cei, Visconti (75’ Bonetto), Ceppi (81’ Menegon). All. Averani

MARCATORI: 11’ aut. De Santis (L), 25’ Fumagalli (LA), 40’ Cei (L)

ARBITRO: Consonni di Treviglio

Milano – Il Lissone si allontana dalla linea rossa dei playout. I tre punti conquistati a Milano in casa de La Spezia sono una vera e propria boccata d’ossigeno per la classifica della squadra di Averani che raccoglie la seconda vittoria consecutiva e la terza in campionato.

Nelle battute iniziali del match La Spezia sembra più proponsa ad attaccare rispetto ai brianzoli che si salvano con Sauchelli che mette in corner una conclusione di Bardi. Tre minuti più tardi ci prova Piha ma il suo tiro va fuori. All’11’ l’episodio che condanna i milanesi: punizione di Gianoli per Caruso, De Santis lo anticipa e mette la palla all’incrocio dei pali beffando il proprio portiere. Lissone in vantaggio. Da questo momento in poi gli uomini del presidente Paolo Mussi prendono in mano il pallino del gioco e in più occasioni cercano il gol. Prima Cei (ottima partita la sua) mette fuori di un niente, poi la deviazione sotto misura di Brambilla è bloccata da Bonito. Al 22’ Cei lancia Visconti, ma il portiere avversario in uscita lo anticipa. Al 25’ il pareggio dei milanesi. Punizione dalla destra, la palla arriva a Fumagalli che con una bella girata al volo la mette tra Sauchelli e il palo. Il Lissone non ci sta e si ributta in avanti. Al 30’ i lissonesi protestano per un fallo di rigore ai danni di Cei, l’arbitro sorvola. Al 33’ su un contrasto in area, spalla contro spalla, Cei è ammonito per simulazione. La Spezia si fa vedere al 39’ con un tiro dalla distanza di Mello, Sauchelli para. Sul ribaltamento di fronte, corner dalla sinistra, inzuccata vincente di Cei che anticipa il proprio marcatore e mette la palla a fil di palo realizzando il 2 a 1 per il Lissone. Prima del riposo Gianoli cerca il tris, ma Bonito in tuffo si salva in corner.

Nella seconda frazione di gioco, la partita è sempre in mano alla squadra di Averani. La Spezia gioca in attacco, senza però rendersi pericolosa. Al 53’ Cei serve Caruso che, solo davanti al portiere mette sul fondo. Al 59’ su un lancio lungo, il difensore sbaglia l’intervento e mette in movimento Caruso, ma Bonito devia in angolo.

Il Lissone in contropiede cerca di mettere al riparo il risultato, ma un paio di volte l’arbitro fischia i fuorigioco (dubbi…). I biancoblu non demordono e ci provano ancora con Visconti e Cei che al 70’ reclama una punizione per fallo a gioco fermo di De Santis. Il guardalinee prima richiama l’attenzione dell’arbitro che, però, non interviene con i cartellini, ma assegna una punizione a favore dei milanesi… Mello dal limite, manda sopra la traversa.

Al 5’ di recupero i lissonesi rischiano la beffa del pareggio. Su un lungo lancio dalla metà campo, Sauchelli esce di pugno, ma non è chiaro se prende la palla fuori o dentro l’area… L’arbitro assegna una punizione dal limite ai milanesi e ammonisce il portiere brianzolo: la palla sbatte sulla traversa, ritorna in campo dove De Santis ci prova di testa, ma la palla esce di un metro circa…. Spavento superato, l’arbitro fischia la fine e il Lissone può godere questi tre punti. Bene Cei e Visconti davanti, ma nel complesso tutta la squadra si è mossa bene e domenica ad Arcore per continuare la serie positiva…

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here