Promozione B: Il Lissone cade ancora a Bresso

visconti lissone

visconti lissone

BRESSO-LISSONE 2-0

BRESSO: Taddonio, Menghetti, Ghezzi, Ehelu, Iannotti, Zora, Petrone, Riboldi, Dieye (77’ Squillace), Fall (83’ Alessio), Riolfo. All. Furlan

LISSONE: Gandini, Corbetta, Brambilla, Gianoli (88’ Binacchi), Tagliabue, Menegon (54’ Giudici), Ceppi, Pisani (52’ Bonetto), Cei, Visconti, Bianchessi. All. Averani

MARCATORI: 24’ Riolfo, 50 Fall

ARBITRO: Seleroni di Legnano

AMMONITI: Ehelu, Riboldi (B) Brambilla, Tagliabue, Menegon, Visconti (L)

 Bresso – Come all’andata. Il Bresso con lo stesso risultato, 2 a 0, supera un Lissone, autore di una partita non sufficiente. Probabilmente una delle gare più brutte giocate finora dagli uomini di Averani. Dopo un primo quarto d’ora abbastanza buono, il Lissone per il resto del match fa fatica. La cronaca vede subito un Bresso che tenta la via del gol con Fall, ma Gandini non si lascia sorprendere. Il Lissone risponde con un cross di Visconti (nella foto) per Bianchessi, ma il suo tiro è alto. Al 15’ Visconti, superato tre avversari, si presenta in area, ma il poritere sventa il pericolo.

Due minuti dopo il Bresso ha una ghiotta occasione per sbloccare il match. L’arbitro decreta un calcio di rigore per fallo di Gandini, sul dischetto si presenta Fall che calcia sulla traversa. Poi sulla ribatutta lo stesso Fall manda di testa sul fondo. Al 20’ ancora protagonista il numero 10 del Bresso, ma anche stavolta Gandini blocca. Al 24’ il gol dei padroni di casa. Azione di Fall sulla destra che, dopo aver superato un difensore, crossa per Riolfo che, solo davanti alla porta, non ha difficoltà a centrare il bersaglio. Al 29’ occasione per il Lissone. Su punizione di Gianoli, Tagliabue al centro dell’area manda alle stelle il suo colpo di testa. Al 33’ si fa nuovamente vedere il Bresso, ma la conclusione di Dieye finisce fuori di un soffio.

La ripresa inizia con il Lissone in avanti. Lancio centrale per Visconti, ma Taddonio respinge la conclusione. Al 50’ il raddoppio del Bresso. Lancio filtrante per Fall che, in area, fa partire un rasoterra che Gandini intuisce, ma poi la palla si infila sotto le sue braccia.

Al 75’ su cross di Cei, c’è il colpo di testa di Giudici (l’attaccante giovedì in allenamento si è rotto il naso e, non in perfette condizioni, è entrato al 54’ al posto di Menegon, ndr) che, però, non ha l’esito sperato.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here