Progetto Lissone: Concettina…ora sei rimasta sola

Ora sei rimasta sola. Come cantava Adriano Celentano. Almeno ha avuto coraggio e certo, per affrontare un “casino” come Progetto Lissone ce ne vuole e tanto.  “Se tornassi indietro, la ricapitalizzazione la voterei di nuovo”. Parole e musica di Concettina Monguzzi, di fatto un sindaco solo al comando di una barca che ieri  sera su Progetto Lissone ha mostrato tutte le sue falle. Sei ore e mezza di Consiglio comunale per ribadire ancora una volta: “ci siamo fidati” Di cosa? Mah. Nessuno lo ha saputo dire con chiarezza. Del vecchio Cda? Ma se non si fidavano dei componenti, come fidarsi di quel che dicevano? Di bilanci che, da quel che è emerso, non avevano nemmeno letto? È il Listone, del resto, a scrivere di aver dato credito a dati “giurati e spergiurati”. Che non è esattamente sinonimo di conoscenza. 

In compenso è stata proposta, come soluzione, l’istituzione di una commissione d’inchiesta. La presidenza, perché quando si tratta di incarichi i tempi della politica sono fulminei, sarà affidata alla minoranza. Una bella patata bollente che però assomiglia tanto ad una palla in tribuna. Prendiamo tempo e speriamo in bene. 

Concettina ha provato l’amaro calice della politica. E l’ha dovuto sorbire, probabilmente per la prima volta, da sola. Eh si, perché i Savonarola di casa, il voto sulla ricapitalizzazione non l’avevano mica dato. A parte un unico consigliere, Massimo Mauri, il resto si è dato. Persino le new entry come Eleonora Schiano, debuttante in Consiglio dopo le dimissioni a sorpresa dell’ex consigliere Pozzoli proprio il giorno del voto sui duecentomila euro, arrivata sul posto per garantire il numero legale subito dopo è sparita. Curioso. Certo meno dell’ammissione dell’inarrestabile Roberto Beretta che, mentre su internet si scaglia contro i “brutti e cattivi” dell’ex Cda di cui si era fidato, ieri ha spiegato con candore che la sua assenza quel giorno non era stata un caso. “Non ero convinto”. 

Armiamoci e partite. Che sia questo il nuovo slogan che il Listone userà alle prossime elezioni? Sarà sicuramente un successo. 

 

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here