Neve a Monza: tre punti con i fiocchi contro il Cuneo

neve a monza nuovabrianza brianteo

Vittoria sotto la neve in nome di Davide

Neve a Monza anche al Brianteo. Dopo il tifone Gorgonzola, arrivano tre fiocchi contro il Cuneo. In un Brianteo imbiancato dalla prima neve stagionale, il Monza regala ai propri tifosi la vittoria che mancava da cinque giornate. Grazie al gol del bomber Cori nel primo tempo. Tre punti preziosi, che fanno morale e che ridanno forza ed entusiasmo alla squadra di Zaffaroni, una vera manna dal cielo, come i fiocchi di neve caduti sul Brianteo.

neve a monza pieri

Neve a Monza: valanga allo stadio

Sulle gradinate i “soliti sospetti” che sfidano il freddo. In campo i biancorossi vogliono assolutamente vincere dopo il tracollo con la Giana. Zaffaroni si affida alla coppia d’attacco formata da Cori e Palazzo. La partita, nonostante il gran movimento di D’Errico non decolla. Il Cuneo si difende bene e i biancorossi (in casacca nera) non alzano mai il ritmo. Il Monza attacca ma in maniera sterile. Dal 30’ alza il proprio baricentro e inizia a pungere, prima con un tiro da fuori di capitan Guidetti, vero faro illuminante della mediana, e poi sempre con il capitano che calcia una punizione insidiosa che fa gridare al rigore per un possibile fallo di mano in area, che però l’arbitro non ravvisa. Le speranze del vantaggio si materializzano sul finale di tempo: un preciso cross di D’Errico dalla destra viene raccolto dall’accorrente Cori che di testa trafigge il portiere avversario. Monza finalmente in vantaggio e squadre che vanno al riposo.

Neve a Monza: Zaffaroni e il militare a Cuneo…

La seconda frazione di gara riprende con il Monza che cerca di chiudere la partita. Al 50’ per un soffio Cori non raddoppia, dopo un bello scambio con Tentardini in fascia. La palla sfiora solo il palo. Anche Giudici si rende pericoloso dieci minuti più tardi in area di rigore, ma il suo tiro viene respinto dal corpo di un difensore piemontese. I ragazzi di Zaffaroni tentano di chiudere il match con le accelerazioni di Giudici e del solito D’Errico, ma il risultato non si sblocca. Il Cuneo allora tenta nell’ultimo quarto d’ora di rendersi pericoloso, alza il proprio baricentro e chiude i biancorossi nella propria metà campo. Mister Zaffaroni, che non avrà sicuramente fatto il militare a Cuneo e neppure capitano di vascello, ma è uomo di mondo, capisce che i suoi hanno dato tutto e si schiera a difesa del preziosissimo vantaggio. Il Monza si difende, con qualche affanno, ma alla fine porta a casa tre punti importantissimi.

Neve a Monza: il caldo tributo a Davide Pieri

Una vittoria cercata, sofferta ma preziosa. Una vittoria doppia, nel nome anche di Davide Pieri a 19 anni dalla sua scomparsa. Capitan Guidetti prima della partita, così come avviene ogni anno, ha depositato un mazzo di fiori ai piedi della Curva che porta il suo nome e che per anni l’ha visto protagonista su quegli stessi gradoni insieme ai ragazzi del SAB che ancora oggi lo ricordano come se fosse ieri. Quegli stessi ragazzi, di ieri e di oggi, amici e fratelli da una vita, hanno poi nel dopo partita, ancora una volta disputato il loro personalissimo “terzo tempo”, andando a depositare il mazzo di fiori biancorosso, donato dalla squadra, sulla tomba dell’amico Davide. Un appuntamento che si rinnova e si rafforza da diciannove anni, perché Davide vive e continua a vivere, nel ricordo di chi gli ha voluto bene.

A.A.S.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here