Morto Nicola Laudisio il magistrato gentiluomo

morto nicola laudisio monza nuovabrianza

Morto Nicola Laudisio, il magistrato mai sopra le righe che rifiutava il protagonismo. E’ scomparso venerdì 10 giugno all’età di 77 anni Nicola Laudisio, ex presidente del Tribunale di Monza. Giudice molto conosciuto a Monza e dintorni per la sua preparazione e il modo di fare sempre gentile mai spinoso sin da quando, agli albori della carriera, era un semplice pretore. Dire “semplice pretore” anche se agli inizi della lunga carriera giuridica, non gli rende onore. Lui era l’incarnazione del pretore. Saggio, preparato, non un semplice esecutore di codici e codicilli. Non a caso aveva scelto Monza come luogo di residenza con la famiglia. E non a caso nonostante il trasferimento sul lago di Como lo si poteva incontrare spesso per i corridoi del Tribunale venuto a salutare gli amici e la “nidiata” di colleghi che aveva contribuito a creare. Nemmeno davanti ad un elogio solenne si scomponeva e quando era invitato alle cene di rappresentanza i suoi discorsi, di fine intelligenza, erano molto apprezzati da noi giornalisti anche per un’altra dote: mai prolissi.

Morto Nicola Laudisio, la vita

Nato a Sarno il 25 gennaio del 1940, Laudisio, sposato, padre di due figlie, ha retto il timone del Palazzo di Giustizia di piazza Garibaldi a Monza dal 2000 al 2009 prima di chiudere la carriera professionale a Como. In Magistratura dal 1967 con Monza Laudisio aveva un legame molto particolare. In città aveva  iniziato la carriera come pretore, poi come giudice e presidente di sezione del Tribunale di Monza. Fino alla promozione alla presidenza del Tribunale di Monza aveva il compito di gestire quello di Lecco. era rimasto sempre affezionato a Monza diventata la sua città di adozione dove viveva con la moglie. Laudisio. Era andato in pensione il 31 dicembre del 2014 e spesso tornava nel “suo” Tribunale in segno di affetto verso le persone con cui aveva condiviso 9 anni della sua vita e professione.

Morto Nicola Laudisio: gli elogi

Nicola Laudisio aveva meritato nel 2003 gli elogi del procuratore generale della Corte di Cassazione che, nel discorso di inaugurazione dell’anno giudiziario, lo aveva indicato ad esempio di efficienza. Morto Nicola Laudisio se ne va uno della vecchia generazione di magistrati rigorosi nell’applicazione della legge, ma di una rigorosità filtrata dal buonsenso.

Marco Pirola

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here