Monza, studenti in lotta

nuovabrianza-studenti-corteo3
Gli studenti monzesi in piazza

 

studenti-ipsia-nuovabrianza

Dopo anni di silenzio l’Unione degli Studenti monzesi è tornata a far sentire la propria voce nelle strade briantee per chiedere alle Istituzioni di occuparsi del problema Scuola. Quattro  domande a Massimo De Luca rappresentante Uds Monza e Giorgio Passoni rappresentante studenti Ipsia.

Cosa ne pensi delle proteste che state portando avanti sui problemi delle scuole brianzole?
De Luca: Qualche risultato è stato ottenuto almeno all’Ipsia, la disponibilità della Provincia almeno c’è stata, ma bisogna vedere i risultati. Verrà lasciato un bilancio dei lavori di ristrutturazione del liceo Paolo Frisi, ma non si sa a chi vista la probabile abolizione delle Province. Dispiace che solo l’Ipsia si sia mobilitato per cambiare la situazione.

Pensi che gli altri studenti delle scuole partecipino con motivazione o lo fanno solo per perdere giorni di scuola?
Passoni: La partecipazione è poca, c’è chi ci mette il cuore e chi se ne frega altamente. La maggior parte va x perdere tempo e va solo per rompere e fare casino.

Quali sono le prossime iniziative che avete in mente x migliorare la viabilità delle scuole monzesi?

Passoni: Sensibilizzazione nelle scuole, movimento dei collettivi nelle scuole, per coinvolgere più studenti possibili, far capire bene allo studente che se non lotta e fa qualcosa non cambierà nulla. Se entrano nel tavolo con persone più grandi puoi migliorare la situazione. Non ci si può lamentare e poi stare immobili. L’Ipsia forse è l’unica scuola pubblica in Italia che ha un pullman di proprietà con 50 posti, ma viene usato da altre scuole.

Se il 50% degli studenti viene dalla stazione quanto costa portare gli studenti dalla stazione alla scuola? 

Passoni: Il problema più grave è che lo studente è rassegnato, c’è il servizio e non viene utilizzato. Quando gli studenti entreranno nell’ottica di discutere dei problemi allora potrà cambiare qualcosa. Tantissimi preferiscono andare diretti dopo la scuola a casa a giocare alla play al posto di provare a cambiare qualcosa. Forse l’Atm dovrebbe prendere il servizio mezzi in Brianza al posto delle autoguidovie speriamo migliori il servizio.

Corrado Baglieri

brianza.de luca

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here