Monza, Sanità da record nella lotta ai tumori

La nuova Pet dell'ospedale San Gerardo di Monza all'avanguardia in Italia
L'ospedale San Gerardo di Monza
L’ospedale San Gerardo di Monza

Monza, Sanità da record nella lotta ai tumori. All’ospedale San Gerardo di Monza debutta il primo tomografo in Italia che dimezza radiazioni e tempi d’esame. Solamente 7 minuti per un esame. La PET ad alta sensibilità e a bassa dose di radiofarmaco, ideale per pazienti pediatrici e per la diagnosi dei tumori, è stata acquistata dalla Fondazione Tecnomed dell’Università di Milano-Bicocca e installata presso l’Unità di Medicina Nucleare dell’Ospedale San Gerardo di Monza Monza.

ALL’AVANGUARDIA – Si chiama “Discovery IQ 5 Rings” ed è il primo in Italia come tomografo a emissione di positroni (PET/CT) che dimezza sia i tempi di esame sia, soprattutto, le radiazioni emesse. È stato acquistato dalla Fondazione Tecnomed dell’Università di Milano-Bicocca e installato nell’Unità di Medicina Nucleare dell’Ospedale San Gerardo di Monza. La nuova macchina consente di ridurre i tempi di un esame “total body” da 15 a 7 minuti o di dimezzare la dose di radiofamaco somministrato, alternativa particolarmente importante in caso di pazienti pediatrici, adolescenti o nelle giovani donne in età fertile. Di fatto con questa nuova PET è possibile modulare le modalità di esecuzione dell’esame in funzione delle necessità del paziente.

L’APPARECCHIO DI MONZA – Si tratta di un’apparecchiatura che utilizza un campo di vista più ampio rispetto alle altre apparecchiature in ambito clinico oncologico e neurologico. Attualmente ne esistono solo due esemplari: al San Gerardo di Monza e all’ Institut Universitaire du Cancer di Tolosa, in Francia. Il nuovo tomografo è dotato delle più innovative tecnologie per la diagnosi accurata delle lesioni tumorali di piccole dimensioni. Grazie alla collaborazione tra Fondazione Tecnomed/Università di Milano-Bicocca, Ospedale San Gerardo di Monza e l’azienda che produce il nuovo tomografo, la fase di test e verifica degli standard condotta a Monza costituirà il protocollo di riferimento per la certificazione e l’utilizzo dell’attrezzatura anche nel sistema sanitario degli Stati Uniti d’America. “Con questo nuovo tomografo – dice Cristina Messa, rettore dell’Università di Milano-Bicocca – abbiamo fatto un passo ulteriore verso diagnosi sempre più accurate e non-invasive ottimizzando anche il confort dei pazienti. E’ un investimento nell’innovazione che torna alla comunità medica, scientifica e dei cittadini”. “L’installazione di questa nuova PET rende la Medicina Nucleare dell’Ospedale San Gerardo un punto di riferimento per quanto riguarda la diagnostica per immagini soprattutto in ambito pediatrico – afferma Ferruccio Fazio, presidente della Fondazione Tecnomed -. I pazienti avranno benefici concreti: sarà infatti possibile avere diagnosi estremamente accurate con una dose dimezzata di radiofarmaco e con esami notevolmente rapidi, rispetto agli standard attuali”. “Se è vero – afferma Simonetta Bettelini, direttore generale dell’Ospedale San Gerardo – che l’evoluzione tecnologica trascina anche quella clinica e, quindi, è variabile determinante per lo sviluppo in medicina, prospettive importanti si aprono nelle possibilità diagnosi di molte patologie con disagi sempre minori per i pazienti, rendendo questa azienda sempre più attrattiva”.

san-gerardo-cantiere-apertura

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here