Monza: Il San Gerardo diventa un quadro

san-gerardo-isa-nuovabrianza2

Monza, il San Gerardo diventa un quadro. Sarà una maxi opera d’arte quella che verrà realizzata entro verosimilmente il prossimo giugno dagli studenti dell’Istituto d’arte (oggi liceo artistico) nell’ambito di una originale collaborazione con la direzione dell’ospedale monzese. Il progetto è stato presentato quest’oggi e vedrà un centinaio di studenti dell’Isa, delle classi quarte e quinte e delle quinte del progetto Leonardo, impegnati a trasformare la recinzione che circonda il cantiere del nuovo San Gerardo in una vera e propria creazione artistica. Cento metri suddivisi in pannelli su cui appariranno le opere realizzate per l’occasione sia dagli studenti sia da un pittore professionista, Mario De Leo, naturalmente tutte ispirate al San Gerardo e al tema della salute e della cura.

San Gerardo - gruppo-Isa

Le opere, che sono già in corso di realizzazione, saranno in parte su tela preparata con acrilico e in parte frutto della computer grafica. È stata il commissario straordinario del San Gerardo, Simonetta Bettelini ad illustrare il senso del progetto, promosso proprio dal San Gerardo, che vuole coniugare l’eccellenza rappresentata dall’ospedale con quella delle sue risorse più importanti, i giovani e gli studenti. Un modo, tra l’altro, per dare visibilità ai talenti del territorio, come ha sottolineato anche Giacinto Mariani, presidente dell’assemblea dei sindaci della Brianza della Asl, anche in una funzione occupazionale che si fa sempre più difficile e che invece proprio nella creatività dovrebbe trovare un punto di forza. Al progetto collaborerà anche la Croce Rossa di Monza e Brianza che, attraverso il neo commissario Orazio Nelson, ha annunciato la volontà di Croce Rossa di mantenere un rapporto strettissimo con le scuole attraverso numerose attività in via di attuazione.

san-gerardo-isa-nuovabrianza3

Gli studenti, dal canto loro hanno già dato spazio alla creatività realizzando i primi bozzetti che saranno poi perfezionati fino a trasformarsi nelle opere d’arte definitive che resteranno poi esposte fino alla fine dei lavori e che – come ha sottolineato lo stesso commissario Bettelini – andranno ad arricchire la preziosa quadreria del San Gerardo, una delle collezioni di opere più importante di Monza dopo quella della Pinacoteca civica. Via così a rappresentazioni di medici impegnati in un’operazione o ancora ai soccorritori che intervengono in caso di incidenti. Questa mattina è stato proprio un volontario di Croce Rossa a prestarsi per l’occasione come modello per una fede rappresentazione della divisa blu. Gli studenti hanno dato prova di notevole ironia già dai primi passi: le opere, infatti, cercano di ritrarre l’attività svolta dal San Gerardo in modo originale e curioso. Un messaggio positivo rivolto certamente a chi si trova costretto a ricorrere alle cure mediche, ma anche a tutti i monzesi – migliaia ogni giorno – che transitano davanti al San Gerardo.

san-gerardo-isa-nuovabrianza4

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here