Monza: Presentato il nuovo calendario dell’Arma

calendario-arma-nuovabrianza

colonnello-calendario-arma

È stato presentato anche a Monza, dal comandante del Gruppo, colonnello Gerardo Petitto, il nuovo  calendario dell’Arma. Un appuntamento tradizionale che coincide con gli auguri natalizi. Quest’anno, per il Bicentenario della fondazione, i dodici mesi chiudono anche la serie (di quattro) 9 iniziata nel 2011 e dedicata alla storia dei carabinieri. L’edizione 2013 racchiude gli ultimi cinquant’anni di storia che è anche la storia del Paese. Dai rapimenti degli anni Settanta all’evoluzione delle analisi scientifiche (i Ris), dagli uomini dell’Arma caduti durante gli anni di piombo e le stragi di mafia (tra cui sono ricordati il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e Mario D’Aleo, ucciso negli anni Ottanta in un agguato mafioso, nonno dell’attuale comandante della Compagnia di Vimercate, Marco D’Aleo) fino alle missioni di peace keeping dall’ex Jugoslavia fino a Nassyria. Quest’anno nel calendario c’è spazio anche per Papa Francesco. Si narra, infatti, che l’originale “statuto” dei carabinieri abbia visto al lavoro anche dei padri gesuiti. Naturalmente senza dimenticare le numerose funzioni svolte dagli uomini dell’Arma, fra cui ci sono anche i corazzieri addetti al presidente della Repubblica. Monza quest’anno non c’è nel calendario, ma in compenso può vantare un primato nazionale. È l’unica città dove ancora esista la stazione a cavallo che ovviamente si trova all’interno del Parco.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here