Monza poker e la Carrarese si sgretola

monza poker ultras calcio

Il Monza è più forte del marmo di Carrara

Monza Poker e i biancorossi travolgono i toscani con un rotondo quattro a zero. Una vittoria arrivata dopo una partita giocata alla perfezione, al cospetto di una Carrarese che sulla carta sembrava favorita alla vigilia del match.

monza poker calcio brianteo

 

Monza Poker: primo tempo

I biancorossi di Zaffaroni partono subito con il piglio giusto e nei primi dieci minuti si rendono subito pericolosi con un tiro di D’Errico che fa la barba al palo. Subito dopo con il guizzante Giudici che spara alto sopra la traversa da buona posizione. Sembra tutto facile, ma mister Baldini, vecchia volpe della panchina, con trascorsi in serie A, con il passare dei minuti riesce ad imbrigliare il gioco dei padroni di casa. Con un’attenta disposizione tattica, la Carrarese a poco a poco guadagna metri e alza il proprio baricentro costringendo il Monza nella propria area. Il Monza si difende con ordine, ma non riesce più ad essere pericoloso e ficcante come nei primi dieci minuti. Mister Zaffaroni, sempre lucido nel leggere le partite, scambia gli esterni e porta il “genietto” D’Errico sulla destra, il lato debole della difesa degli ospiti. La mossa si rivela azzeccata e dagli sviluppi di un calcio d’angolo, guadagnato dopo un’incursione dello stesso D’Errico, il Monza passa in vantaggio. Loris Palazzo, fino a quel momento rimasto in ombra, controlla in piena area il tiro dalla bandierina, si gira al volo e insacca sotto la traversa. Un gol che fa esplodere il Brianteo e che fa sorridere sotto i baffi (che non ha) mister Zaffaroni, dimostrando con i fatti e con la sua sagacia tattica, che anche la volpe più astuta (in questo caso il collega Baldini) finisce sempre in pellicceria. Il Monza va al riposo con un gol di vantaggio preziosissimo che si rivelerà fondamentale per dare il via alla cavalcata travolgente del secondo tempo.

monza poker carrarese

 

 

Monza Poker: secondo tempo

La seconda frazione di gioco ha quel sapore vagamente wagneriano, da cavalcata delle valchirie per intenderci. La sinfonia biancorossa continua e al 50’ il Monza raddoppia con un gol da incorniciare. Giudici si trasforma nel più blasonato Mertens, gioiellino belga in forza al Napoli e disegna un tiro cross che supera l’incolpevole estremo difensore ospite. La palla s’infila incredibilmente all’incrocio dei pali disegnando una traiettoria tale da mettere in crisi i principi della fisica. Il Monza ci prende gusto e dopo dieci minuti si porta sul tre a zero. L’ottimo D’Errico in una delle sue scorribande sulla fascia, imbecca Origlio che di destro trafigge ancora Moschin. Per la Carrarese è davvero finita. Il Monza ora gioca per lo spettacolo dopo aver messo in ghiaccio il risultato.

monza poker ultras calcio

 

Monza Poker: il quarto gol

I biancorossi si divorano un paio di occasioni con Giudici e poi sul finire di gara, al 90’ calano il poker che chiude definitivamente il match. Anche il giovane Ponsat entra nel tabellino dei marcatori con un gol dall’area piccola, ormai diventata terra di caccia degli avanti biancorossi. Seconda vittoria stagionale di un bel Monza che si porta nei piani alti della classifica e può guardare con fiducia e serenità alle prossime sfide che lo vedranno impegnato. Un Monza più forte del marmo, granitico e solido in difesa, spietato in attacco, ma soprattutto composto da gente dura come roccia di Belfast.

A.A.S.

monza poker ultras

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here