Monza, una bici per papa Francesco

DS3_6204

 

Monza una bici per Papa Francesco. Ovvero: Monza, in bici dal papa. Papa Francesco avrà la sua “Papa bike” che arriva proprio da Monza. Chissà se prossimamente il Santo padre farà un giro in piazza San Pietro su due ruote. La spedizione di «Santiago in rosa» è arrivata a Roma e ieri mattina (domenica 5 ottobre ndr) ha consegnato la «Papa bike» a Papa Francesco. Dopo oltre 800 chilometri seguendo la Via Francigena (il percorso che i pellegrini provenienti dal nord percorrevano durante il Medioevo per raggiungere Roma) la carovana di Monza e della Brianza, partita sette giorni fa dal parcheggio del Pala Iper di Monza, è arrivata a destinazione nella città eterna. A Roma è stata portata la «Papa bike», una bicicletta bianca, realizzata appositamente per Papa Francesco dall’Atala. «Si tratta di una bici elettrica con la dedica in blu, “A Papa Francesco” e i brand dell’associazione Cancro Primo Aiuto, Santiago in Rosa e Atala. È una city bike dal telaio maschile di ultima generazione, dotata di un motore centrale Bosch, che permette la pedalata assistita. Una 28”, taglia 49, perché Papa Francesco è alto 1 metro e 78.

nuovabrianza-santiago-in rosa-monza-

L’OBIETTIVO –  è quello di raccogliere fondi per sostenere la struttura semplice dipartimentale di Senologia chirurgica dell’Ospedale Sacco coordinata dal professor Fabio Corsi. L’iniziativa permetterà di acquistare, in collaborazione con l’Università di Milano, una tomosintesi mammaria, una tecnologia all’avanguardia che permette di ricostruire figure volumetriche in tre dimensioni. Una parte dei fondi raccolti servirà anche per continuare a portare avanti il “Progetto Parrucche” (sostenuto anche dalla edizione 2013 di «Santiago in rosa») che sta avendo sempre più successo. Nei primi quattro mesi dell’anno sono state distribuite oltre 700 parrucche. Protagoniste della quarta edizione di «Santiago in rosa» sono quattro donne bikers, Cecilia Cantoni, Elisa Bonaccorsi, Marisa Giovenzana e Tiziana Gurini che l’esperienza del cancro l’hanno vissuta sulla propria pelle lavorando in reparti dove incontrano tutti i giorni le ammalate. Le biker ora hanno deciso di mettere a disposizione un po’ delle loro energie e del loro tempo per aiutare altre donne. Lungo il percorso sono state accompagnate da tre uomini: Andrea Panzeri, Lorenzo Marchesi e Andrea Rocca. La partenza dal Pala Iper di Monza non è stata casuale: è la «casa» del Consorzio Vero Volley, società gemellata con la Onlus brianzola. Cinque atlete della Saugella Team Monza, la squadra del Consorzio che milita nel Campionato femminile A2, Benedetta Bruno, Marika Bonetti, Tereza Rossi, Maria Nomikou e Fabiola Facchinetti hanno pedalato nella prima tappa e alcune loro compagne hanno raggiunto la carovana di «Santiago in rosa» nei giorni successivi per affiancarsi negli ultimi chilometri verso Roma.

monza-nuovabrianza-santiago in rosa

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here