Monza notizie dall’inferno Coronavirus

monza notizie coronavirus

Cronache marziane senza soluzione di continuità tra generosità e follia collettiva

Monza notizie dall’Inferno Coronavirus. Cronache di resistenza civile in ordine sparso. Notizie di servizio e non in una città che reagisce a volte in maniera disordinata. Con qualche eccezione individuale. Dello striscione degli ultras del Monza calcio appeso sui cancelli del San Gerardo abbiamo già raccontato. Apprezzatissimo da medici ed infermieri. Anche quelli che di calcio capiscono poco o nulla. E magari tengono pure alla Juve… Per quelli che dicono: tanto si ammalano solo i vecchi ricordo subito alcuni dati ufficiali. Il 38% dei pazienti ha tra 64 e 75 anni, il 20% ha più di 75 anni, il 32% ha trai 50 e i 64 anni, il 9% ha trai 25 e i 49 anni e l’1% tra i 18 e i 24 anni.

Il bollettino di guerra in Lombardia

I casi positivi sono 7.280. Ieri (martedì 10 marzo ndr) erano 5.791. L’incremento significativo è dovuto al fatto che una parte dei tamponi non era ancora stata analizzata. L’altro ieri (lunedì 9 marzo ndr) erano 5.469. Domenica 4.189. Reparti di terapia intensiva aperti: 223 nelle prime due settimane. Negli ultimi due giorni altri 43 arrivando a 920. I deceduti 617, ieri erano 468. Lunedì 333. In isolamento domiciliare 1.351/1.248/756/722 (i numeri vanno letti andando indietro con il calendario ndr). In terapia intensiva 560/466/440/399/359. Ad oggi 610 posti solo per pazienti Covid. I tamponi effettuati 25.629 oggi/21.479/20.135/18.534/15.778

Appello ai volontari contro il virus

UNA MAIL ALLA QUALE SEGNALARE LA DISPONIBILITÀ COME MEDICO O INFERMIERE – La Regione Lombardia ha anche attivato la casella di posta elettronica perlalombardia@regione.lombardia.it alla quale è possibile segnalare la disponibilità come medico o infermiere.

 

I “feriti” Provincia per Provincia

Monza e Brianza: oggi 85, martedì 10 marzo: 65. Lunedì 9 marzo: 64. Domenica 8 marzo: 59. Sabato 7 marzo: 61. Venerdì 6 marzo:20. Giovedì 5 marzo:19

BG   1.815/1.472/1.245/997/761/623/537

BS   1.351/790/739/501/413/182/155

CO   77/46/40/27/23/11/11

CR   1.061/957/916/665/562/452/406

LC   113/89/66/53/35/11/8

LO   1.035/963/928/853/811/739/658

MI   925/592/506/406/361 (di cui 359 a Milano città)

MN   137/119/102/56/46/32/26

PV   403/324/296/243/221/180/151

SO   13/7/7/6/6/4/4

VA   75/50/44/32/27/23/17

Monza notizie: il fronte San Gerardo

Nella Stalingrado brianzola della lotta al Coronavirus non si arretra di un passo. Che la struttura fosse di prim’ordine si sapeva. Lo sforzo di questi giorni è però ai limiti dell’impossibile con i mezzi a disposizione. E questo grazie al sacrificio del personale. C’è l’infermiere in trincea forzata costretto, suo malgrado, a rimanere in quarantena dentro il San Gerardo. C’è la collega che si porta da casa il “necessaire” per la disinfezione. Per non gravare sulla collettività. Quella che rientra in servizio anticipato vista l’emergenza e nonostante il congedo di maternità. Il primario mai così presente che gira tra i reparti anche di quelli non immediatamente investiti dall’onda d’urto Coronavirus. L’infermiera perennemente al telefono per rispondere alle chiamate della gente che disturba anche per le minchiate, ma trova sempre una risposta cortese. Decine le telefonate che chiedono come si fa a fare una donazione e soprattutto se sono serie quelle associazioni che chiedono soldi per l’ospedale. La situazione è grave, ma tutto sotto controllo. Ancora per quanto non si sa, ma si resiste.

Monza notizie trincea Croce Rossa

Una donazione inattesa e carica di significato. L’Associazione per il bambino in ospedale di Monza e Brianza ha donato 10mila euro al Comitato di Monza della Croce Rossa Italiana.
I fondi, recuperati dalle quote sociali di iscrizione degli oltre 600 volontari che operano nei nosocomi di Monza, Carate, Vimercate e Desio serviranno per l’acquisto di materiale di protezione per i volontari e i dipendenti quotidianamente in servizio nell’emergenza Coronavirus. Oltre all’acquisto di ionizzatori per sanificare i mezzi di soccorso.

CriDesio si combatte assieme

La Croce Rossa di Desio tende due mani. Una per aiutare chi ha bisogno in questo difficile momento. L’altra per avere il tuo aiuto per acquistare le protezioni necessarie per i nostri soccorritori durante gli interventi. Insieme possiamo fare molto contro questa emergenza. Aiutiamoci. Ce la faremo. Leggi di più e dona qui – https://www.gofundme.com 

Monza notizie dai soldati silenziosi

Tante le iniziative dei singoli che mi sono pervenute. ne ho scelta una. Massimo Riccelli per gli amici semplicemente Tego è un uomo semplice. Brizzolato. Discreto successo con le donne. Ottimo pilota ed appassionato di auto. Non è inquadrato in nessuna associazione di volontariato, ma ha un cuore grande così. L’altra sera era in coda davanti al supermercato ed ha notato una vecchietta che nessuno faceva passare. L’idea lanciata dalla sua pagina Facebook rivolta agli anziani. Si mette a disposizione degli anziani andando personalmente a casa a portare loro la spesa. Merita una menzione.

Marco Pirola

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here