Monza la Polizia inglese chiama i carabinieri di Monza

monza la polizia inglese carabinieri

Ladro alla Arsenio Lupin ruba libri milionari a Londra preso dagli uomini dell’Arma di Monza

Monza la Polizia inglese chiede aiuto e i carabinieri di Monza rispondono. Non vi aspettate la solita storia del romeno brutto, sporco e cattivo del modello “io spaco bottiglia” pronto a sfruttare la compassione altrui. No. La persona cui gli uomini del maggiore Francesco Provenza hanno messo le manette era tutt’altro. L’uomo “d’oro” ha 40 anni. Maniacalmente schivo, fra i capi della banda che tre anni fa aveva razziato un deposito di libri antichi del valore milionario in Inghilterra. Sospettoso, sobriamente vestito, parla quattro lingue senza accenti particolari. Un vero capo insomma. Un Arsenio Lupin dei nostri giorni.È stato catturato dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio culturale di Monza. Non è stato facile e ci sono voluti tre anni di indagini.

Monza la Polizia inglese chiede aiuto: la cattura

Hanno avuto la certezza di dove si trovasse poco prima delle feste di Natale. Si era nascosto a Torino, dove utilizzando un nome falso aveva preso in affitto una casa. Viveva come una persona qualunque senza eccessi o altro.

Il furto

E la notte fra il 29 e il 30 gennaio del 2017. Pioviggina. Una banda di ladri acrobati si cala lungo con le corde dai lucernai di un capannone di Feltham, alla periferia di Londra. In poco più di un quarto d’ora i ladri si impadroniscono di 260 libri antichi. Valore di oltre 2 milioni di euro. Manoscritti pronti per essere spediti in America. Dove erano attesi alla 50esima fiera internazionale di San Francisco. Le indagini , avviate dalla Metropolitan Police di Londra con l’ausilio dell’Ispettorato Generale della Polizia romena, si erano però impantanate. Niente da faresino a quando si era deciso di ricorrere all’esperienza  dei carabinieri del Nucleo Tpc che hanno sede nella Villa Reale di Monza. Una fama conquistata a suon di recuperi in tutto il mondo.

La cattura

Lo scorso giugno, insieme con i colleghi britannici e romeni coordinati da Europol e Eurojust, erano arrivati ad arrestare 15 persone. Il basista inglese e i 14 ladri professionisti romeni. Mancava un ultimo tassello. Il capo. Manca ancora la refurtiva. Non c’è traccia dei libri rubati, (il più antico è del 1490), di proprietà di tre collezionisti, uno di Pavia, l’altro della provincia di Padova e il terzo tedesco. I carabinieri li hanno inseriti nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti. 

Marco Pirola

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here