Monza: La maggioranza si spacca sulla salamella

Comune-Monza

Comune-Monza

Là dove osa la sinistra. Nemmeno l’urbanistica era riuscita a far alzare così tanto i toni quanto ha fatto mercoledì sera la guerra delle salamelle. Ma si sa, la sinistra al governo si divide sulle cose importanti. È così che il barbecue all’interno del Parco è diventato il pomo della discordia, tanto da tenere banco per quasi l’intera seduta di Consiglio comunale. Tra mozioni firmate e poi ritrattate, urla, strepiti e molto altro. Il finale, tutto da ridere con 14 voti contro, 6 a favore e 2 astenuti. Il bello è che la mozione non l’aveva nemmeno presentata il Pd, ma Paolo Piffer della lista civica Cambiamonza. Una richiesta al sindaco Roberto Scanagatti – che è anche presidente del Consorzio di gestione di Parco e Villa reale – di permettere il ritorno delle tragicomiche grigliate nel Parco. Fatto sta che la vicenda, oltre a concludersi con un nulla di fatto per i sostenitore della grigliata libera, a qualche osservatore esterno ha pure ricordato le divisioni delle recenti primarie che hanno incoronato Matteo Renzi alla segreteria del Pd. Da una parte il primo cittadino e i cuperliani di ferro e dall’altra renziani e sostenitori di Pippo Civati. D’altronde, sulla salamella, pilastro dell’ex Pci, non si scherza…mai.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here