Monza: Equitalia cartelle a pioggia, incontro in Prefettura

giovanna-vilasi-prefetto

equitalia-nuova-brianza

Monza, Equitalia cartelle a pioggia, incontro in Prefettura. Il prefetto Giovanna Vilasi ha convocato per un incontro Poste Italiane, Equitalia e Comune di Monza per verificare l’arrivo in questi ultimi giorni nelle case di molti monzesi, di una valanga di cartelle esattoriali. A segnalare il caso è stato proprio il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti cui si erano rivolti numerosi residenti. In realtà sembra che a causare l’arrivo improvviso sia stato l’elevato numero di atti in attesa di recapito che il numero inadeguato di personale delle Poste non ha permesso di consegnare diluito nel tempo. Nel corso dell’incontro, fa sapere la Prefettura, è emerso che in base ad una convenzione tra Equitalia e Poste Italiane, quest’ultima abbia effettuato un’assunzione straordinaria di messi notificatori per procedere in tempi più brevi alle consegne delle cartelli. Poste Italia si è impegnata poi ad istituire nei Comuni che superano i 50mila abitanti un sorta di servizio di cortesia per agevolare il ritiro degli atti. “Il Prefetto – si legge in una nota diffusa dalla Prefettura – ha ritenuto particolarmente positivo l’incontro per la sensibilità mostrata dai partecipanti al delicato tema e si è soffermata sull’importanza di informare il cittadino sul complesso processo di notifica e sulla peculiarità che esaurite tutte le diverse fasi previste dalla legge, il documento non ritirato, rimasto in custodia al Comune, vale comunque come atto notifico, produttivo di tutti gli effetti giuridici conseguenti”. In altre parole, non importa se giunto nelle mani del destinatario. Le Poste, dal canto loro, hanno quindi organizzato un servizio di passaggio di prima consegna e in caso di assenza del destinatario, di un ulteriore passaggio. Trascorsi i 10 giorni indicati nell’avviso senza che il cittadino abbia provveduto al ritiro, la Posta effettuerà un ulteriore tentativo presso l’indirizzo dopodiché avverrà il deposito dell’atto presso gli uffici comunali.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here