Monza campione d’inverno vola in classifica

monza campione nuovabrianza

La capolista cala il poker e si laurea campione d’inverno

Monza campione, ma non è uno slogan. Il bianco e il rosso sono quei colori magici che significano vittoria. In pieno clima natalizio, il Monza non fa sconti. Nona vittoria consecutiva in trasferta superando con un rotondo 4 a 1 i trentini del Dro.

monza campione nuovabrianza

Monza campione: i tifosi

I ragazzi di Zaffaroni partono subito bene. Sospinti dall’entusiasmo del centinaio di supporters che hanno riempito il settore ospiti e cantato dall’inizio alla fine. Regalando ai biancorossi in campo la sensazione di giocare in casa.

monza campione nuovabrianzaMonza campione: primo tempo

Dopo appena dieci minuti, Ferrario sblocca il risultato, correggendo in rete un pallone tirato da capitan Guidetti che si era stampato sul palo. La partita sembra in discesa dopo il gol iniziale e i biancorossi controllano la partita cercando ancora il gol. Prima con Perini e poi con Ferrario. Al 40’ accade l’imprevisto. Forse per troppa sicurezza. Ruffini sbaglia l’intervento e fa scappare verso la porta il veloce Crivari che supera Battaiola con una conclusione angolata. Tutto da rifare. Ma gli uomini di Zaffaroni non si perdono d’animo e riprendono a macinare gioco. Passano tre minuti e i biancorossi riprendono in mano la partita. Passando in vantaggio con un colpo di testa vincente di Perini su azione di calcio d’angolo.

monza campione nuovabrianzaMonza campione: secondo tempo

Nella seconda frazione di gara i biancorossi impressionano per la grinta, spirito di sacrificio ed essenzialità. I ragazzi di Zaffaroni vogliono chiudere la partita e si rendono pericolosi con Barzotti e Ramponi. L’ottimo ex Chimini (salutato a fine partita dai tifosi monzesi che non hanno dimenticato la militanza ai tempi del fallimento) chiude la saracinesca. Al 70’ terzo gol del Monza. D’Errico viene irregolarmente fermato in area. Rigore e Palazzo gonfia la rete dagli undici metri. Il settore ospiti ribolle di entusiasmo e canta ripetutamente, per quasi tutto il secondo tempo. Un contagioso coro sulle note di Sound of Silence di Simon & Garfunkel, regalando a tutto lo stadio, una splendida atmosfera. Sulle ali dell’entusiasmo il Monza conclude in bellezza calando il poker nei minuti finali. Palazzo, a differenza di Paganini, si ripete e segna la sua personale doppietta a tempo scaduto con un bel tiro al volo che supera l’incolpevole Chimini.

Andrea Arbizzoni

monza campione nuovabrianza

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here