Nessuno vuole il Monza calcio e anche la terza asta va deserta

Elisabetta Brugnoni e Giuseppe Nicosia, i due curatori fallimentari del Calcio Monza

Saldi estivi per il Monza calcio niente da fare per la vendita

Elisabetta Brugnoni e Giuseppe Nicosia, i due curatori fallimentari del Calcio Monza
Elisabetta Brugnoni e Giuseppe Nicosia, i due curatori fallimentari del Monza Calcio

Terzo “liscio” consecutivo per l’acquisto del Monza calcio. Nessuno lo vuole nemmeno a prezzi di saldo. Pure il terzo tentativo di vendita (quello di venerdì) per l’aggiudicazione dell’Associazione Calcio Monza Brianza 1912 è andato a vuoto. Il giudice delegato e i curatori fallimentari hanno deciso di procedere con un’ ulteriore asta.

L’ASTA – La Sezione fallimentare del Tribunale civile di Monza aveva stabilito che il prezzo a base d’asta era di 351mila euro, ribassato di un ulteriore terzo rispetto al secondo tentativo di mercoledì e di un quarto rispetto alla prima di lunedì scorso. Per ottenere l’iscrizione della squadra al campionato i potenziali acquirenti avrebbero dovuto pagare l’intero ammontare del debito sportivo o avrebbero dovuto garantirlo con una fideiussione bancaria a prima richiesta. Si tratta di 2 milioni e 408.624,49 euro dai quali vanno scalati i 600mila euro della fideiussione depositata un anno fa in Lega Pro per l’iscrizione all’ultimo campionato disputato. Sul futuro del Monza calcio pesano anche i punti di penalizzazione che verranno inflitti alla società brianzola per non avere pagato gli stipendi entro il 16 aprile e pure gli esiti dell’inchiesta sul calcioscommesse.

IL PREZZO –  Il prezzo a base d’asta di lunedì sarà di 100mila euro. Il rilancio minimo sarà di 10mila euro contro le 20mila precedenti. Le buste contenenti le offerte dovranno essere depositate entro le 14.30”.

monza-calcio-nuovabrianza

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here