Monza, banda di zingari rapinatori e ladri arrestati dai carabinieri

Otto arresti a monza e Brianza. Sgominata una banda di zingari
Otto arresti a monza e Brianza. Sgominata una banda di zingari
Otto arresti a Monza e Brianza. Sgominata una banda di zingari

Monza, banda di zingari rapinatori e ladri arrestati dai carabinieri. Otto arresti hanno azzerato una banda di rapinatori e ladri di origine romena e rom attiva a Monza e Brianza, ma che aveva esteso le proprie incursioni in gran parte della Lombardia. Ad essere presi di mira era soprattutto negozi e centri commerciali “visitati” anche più volte dalla banda finita dietro le sbarre. A finire in manette, colpiti da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice delle indagini preliminari di Monza, sono otto zingari. Altri sette sono ricercati in tutta Italia. Ad entrare in azione sono stati i carabinieri di Monza, al termine di un’inchiesta coordinata dal magistrato della Procura della Repubblica del tribunale di Monza.

LA BANDA –  era una gang ritenuta responsabile di «associazione a delinquere per la commissione dei reati di rapina e furto aggravato in concorso». Le indagini sono durate oltre sei mesi e hanno permesso l’identificazione di venticinque persone, tutte di origine romena e di etnia rom, organizzate in una banda ben strutturata ed organizzata che pianificava con regolarità e sincronizzazione “militare” i colpi da effettuare. Fotografie, pedinamenti, una montagna di carte sui furti da guardare, filmati, poi i carabinieri sono entrati in azione. Il gruppetto radicato a Monza e Brianza ha realizzato una cinquantina di colpi nelle province di Monza e BrianzaMilano, Bergamo, Como e Brescia.

GLI ARRESTI – L’operazione è scattata all’alba di sabato. Gli otto arrestati sono stati trovati in alcuni campi nomadi tra Trezzo Sull’Adda e Cinisello Balsamo. Un blitz improvviso e scattato contemporaneamente per evitare la fuga dei ricercati. La band di zingari, che sarebbe composta in totale da oltre venti persone (per alcuni soggetti sono ancora in corso accertamenti), cercava soprattutto oggetti preziosi e abbigliamento negli esercizi commerciali di grande distribuzione. Rubavano inoltre automobili da utilizzare poi come «ariete» per sfondare le vetrine e, in qualche caso, sono servite per realizzare rapine.

monza-nuovabrianza-zingari

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here