Monza Allevi sindaco, la lista Burraco e il superconsulente azzurro

monza allevi sindaco nuovabrianza

Elezioni comunali Monza: adunata allo Sporting per il debutto di “Noi con Dario Allevi”

Monza Allevi sindaco nasce la lista civica a sostegno della sua candidatura. “Noi con Dario Allevi”. Una lista nata all’ombra dei tavoli del Burraco nel club più esclusivo (dicono) di Monza. Una lista nuova nella speranza che vada meglio rispetto all’ultima volta che Allevi ha scelto qualcuno. Come la giunta provinciale del 2009 finita per metà nei guai. Dentro un po’ di tutto. Dall’avvocato di grido Marco Negrini per lunghi anni presidente della Camera Penale di Monza. Al comico del momento Alfredo Colina. Dal “panettiere” dei vip Stefano Galbiati. A Tiziana Gori, esperta di concerti esclusivi di musica classica e cavalli che vive tra Monza e Villasanta. Federico Bruni, il figlio dell’amico di sempre del candidato sindaco (Vittorio). Il crocerossino Nicolas Pietro Monguzzi in forza al Comitato di Villassanta. Lucia Zulberti, una vita a sostegno dei disabili. E questo è quello che vi raccontano anche gli altri. Di Adalberto Spadari e Niccolò Caprotti lo facciamo noi.

Monza Allevi sindaco e il candidato che odia i negri

Niccolò Caprotti. Giovane. Giovanissimo. Scuole della Monza bene. Dei futuri sciuri e sciurette come lo può essere solo il San Giuseppe. Niente di male. Anzi. Caprotti ha però un modo tutto suo di festeggiare le occasioni importanti. “Passo nel quartiere sopra un pedone nero”. La frase in aggiunta ad un post su Facebook dello scorso anno con tanto di “pezzo di plastica motorizzato” in mano. Ciascuno ha i suoi gusti. C’è chi si ispira a Bob Dylan, a Sting ai Rolling Stones. Roba da vecchi. Lui non lo dice, ma la frase è parafrasata da una strofa di “Ciny” una canzone di un rapper di Cinisello Balsamo. “Sferaebasta” dove il musicante di Sant’Eusebio, canta del suo ingresso nel quartiere su di un Mercedes nero. Caprotti ci ha messo del suo con il “pedone nero”. Dando un chiaro indirizzo anche politico ed intenzionale al post. Chissà se è mai passato da via Asiago. Viste le premesse più che “Ciny” dovrebbe cantare “fenomeno” di Fabri Fibra.

monza allevi sindaco

 

Monza Allevi sindaco: papà alle cene Pd e lui con Allevi

Adalberto Spadari sino a sabato era più conosciuto per il padre (Stefano) che per se stesso.  Adalberto sino ad una settimana era esponente di spicco dell’ala oltranzista della Lega Nord. Quella rappresentata da Federico Arena. Poi tre giorni prima della presentazione allo Sporting, il padre da qualche tempo fermo al Pd dopo aver cambiato più partiti che camicie, fa una telefonata. Vuole piazzare il pargolo in Fratelli d’Italia. Sabato la sorpresa. E’ in lista con Allevi. In famiglia c’è di tutto. Dallo scopone scientifico della casa del popolo al tavolo del Burraco. Del resto per l’ex presidente della Provincia è pronto pure a correre Lele Mosca. Sì, proprio lui. Il figlio del dottor Mosca già “fascista Sansepolcrista” poi alleato dei comunisti dopo esser stato fatto fuori proprio da Allevi. Bei tempi in cui il duo Ceraso-Mosca raccoglieva a tutto spiano le tessere di An contro l’attuale candidato sindaco per vincere i congressi. Ma questa sarà un’altra storia…

Monza Allevi sindaco: il superconsulente da Roma

La campagna elettorale stenta a decollare. Il sondaggio commissionato dalla stessa Forza Italia lo dà sotto di “brutto” rispetto al comunista Scanagatti. Ed ecco che venerdì mattina superiunione operativa a Monza. Con la presenza di Maria Stella Gelmini (coordinatrice regionale) e Fabrizio Sala (vicepresidente della Regione Lombardia). “La campagna elettorale per Monza si giocherà sui social. Quindi occorre un super esperto di queste cose”. Il partito l’ha. Sta a Roma. Ma costa. Qui è stato il primo scoglio. Chi paga? Forza Italia ha le casse vuote. Qualcuno provvederà. Così come qualche sponsor onorerà gli impegni di Alessandra Ghisleri. La sondaggista preferita da Berlusconi e molto amica di Allevi. Farà un nuovo sondaggio. Una volta sul tavolo tutti quanti i candidati a sindaco di Monza.

Monza Allevi sindaco: i candidati… Rotondi

Arrivano i nostri. Direttamente dalla bistrattata (da Allevi) Prima Repubblica, Gianfranco Rotondi. In soccorso di Allevi. Sempre ammesso che riesca a trovare i candidati e firme. Per far breccia nel mondo cattolico che ha già il suo candidato sindaco in Pierfranco Maffè. L’incarico di provvedere sul territorio è affidato all’uomo di Rotondi a Monza. Gianpietro Di Luccio. Immobiliarista, residente a Montevecchia, ma affari in città. A San Rocco e Cederna è il numero 1.

Monza Allevi sindaco: Tutti i candidati… meno uno

Alessandra Breseghello, Federico Bruni, Paolo Giuseppe Busnelli, Niccolò Caprotti, Cristian Casirati, Eleonora Ciechi, Alfredo Colina, Odette Colombo, Luigi Dalla Pozza, Gianluca De Filippis, Antonietta Del Grosso, Francesco Carlo Fichera, Stefano Galbiati, Giovanni Galimberti, Tiziana Gori, Gioacchino Maria Leovino detto Giai, Luca Lupi, Desiré Chiara Merlini, Claudioo Mirabella, Nicolas Monguzzi, Marco Negrini, Diana Pedata, Veronica Rizzolo, Anna Russo, Tommaso Scalchi, Adalberto Spadari, Sabrina Spera, Elisa Stevenazzi, Roberto Trangoni, Viviana Varisco, Lucia Zulberti. La lista sarà completata da un 32esimo nome ancora misterioso.

Marco Pirola

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here