Miracolo a Lissone: riappaiono in Comune le panchine del mistero

Miracolo a Lissone: riappaiono in Comune le panchine del mistero

Miracolo a Lissone. Le panchine del mistero. Di quelle 47 “sedute di design” pagate dalla giunta di sinistra mille euro l’una e destinate ad arredare la piazza principale di Lissone, tre sono riapparse in Comune. Nello spazio fumatori. Ne mancano però all’appello 32 di cui nulla si sa se non che sono sparite dalla piazza. L’apparizione di martedì è quasi un miracolo. Se non fosse che non siamo a Lourdes, ma a Lissone. Se non fosse per la fine “ingloriosa” visto che erano nelle intenzioni destinate a tutti i lissonesi. Anche quelli che non fumano. Pagate a peso d’oro. Spacciate come il futuro del design nostrano (anche se erano state fatte a Torino), le tre superstiti fanno, da qualche giorno, bella mostra di sé. Per la gioia e delizia dei fumatori che avranno a disposizione per il loro vizio un “gioiello” da mille euro. Un miracolo che nessun altro Comune d’Italia può vantare. Una sigaretta da mille euro si potrebbe banalizzare. Vuoi mettere che figata?

lissone-panchine

MIRACOLO A LISSONE: PANCHINE STORY – Durante questi lunghi e bui (sopratutto politicamente parlando) mesi invernali una sola domanda passava per la mente dei lissonesi: “che fine hanno fatto le 47 “sedute di design” volgarmente chiamate panchine? La giunta per indorare la pillola del costo spropositato le aveva definite così, noi che siamo figli di “legnamè” le chiamiamo divanetti o panchine. Considerando il fatto che forse molti nostri concittadini non ce l’hanno nemmeno in casa una poltroncina così cara (alla giunta) in senso affettivo e cara in senso economico ai comuni mortali. La preoccupazione era più che lecita. Visto che erano sparite alla chetichella una dopo l’altra. Ne sono rimaste 12 in piazza conciate come rottami. Ed invece questo martedì mattina, appena la nebbia che ci ha svegliato si è alzata, i lissonesi hanno potuto dar pace alle loro preoccupazioni perché tre di quelle sparite, se le sono finalmente ritrovate. Tremila euro per finire sul balconcino dei fumatori presente al primo piano del Palazzo Comunale. Niente male.

panchine-lissone-nuovabrianza

MIRACOLO A LISSONE: SOLO PER FUMATORI – Avete capito bene dalla piazza di tutti al balconcino del Comune dove i dipendenti fanno la pausa sigaretta. Forse qualcuno della giunta, dopo aver letto i pessimi giudizi dati dai dipendenti all’Amministrazione che chiaramente l’assessore alla trasparenza Roberto Beretta si è guardato bene dal diffondere, si sarà fatto venire l’eccellente idea di rabbonirli mettendogli a disposizione, in ottica Fengshui, dei bei divanetti colorati, rilassanti, inutili, ma simbolo del fare di questa giunta. I lissonesi possono dormire ora sonni tranquilli. I divanetti son tornati. Almeno per ora. Un miracolo in scala ridotta visto che degli altri non si hanno notizie. Ma tanto si sa “i dane dala gesā e i dane dal  cumön in dane da nisön”.

Daniele Fossati

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here