Metropolitana a Monza, l’appello dei pendolari

“Mobilitiamoci, ci sono fondi europei e non solo” – Appello al sindaco e ai comitati pendolari per rendere prioritaria la costruzione della MM4 che porterebbe fino a Monza.

“Se vogliamo la metropolitana, questo è il momento” . Così tuonano i cittadini del Comitato di San Fruttuoso dell’Associazione HQMonza. “Questo non soltanto perché la metropolitana è indispensabile. Ora ci sono a disposizione, per progetti di mobilità, milioni dall’Europa, che ha triplicato la disponibilità dei fondi fino a 12 miliardi di euro.”

metro-monza-mappa

Quello della metropolitana a Monza è da anni un tema delicato che viene affrontato e poi dimenticato per mesi, senza mai giungere ad una soluzione vera e propria di svolta.

Per gli esperti la MM4 non è un progetto prioritario ma piuttosto costoso ed inutile. Non sono dello stesso parere i cittadini ma soprattutto i pendolari brianzoli che devono rapportarsi quotidianamente con le mancanze di strutture che garantiscano un trasporto pubblico efficiente e veloce in tutta l’area a nord di Milano. “Mobilitarsi è ancora più urgente adesso che la ferrovia Chiasso-Milano sta per diventare una TAV merci anche a scapito della frequenza dei convogli locali”, aggiungono i cittadini.

Il sindaco Scanagatti ha inviato nei mesi scorsi alla Regione Lombardia la richiesta di considerare prioritaria una metropolitana a Monza, ma quel documento si è perso tra le scartoffie della burocrazia, visto che non è stata ricevuta alcuna risposta.
Secondo l’Associazione HQMonza quindi l’unica soluzione è che “la città si mobiliti sul serio per domandare con insistenza la MM. E’ così che Brescia l’ha avuta, e adesso tocca alla terza città della Lombardia”.

metro-monza-2

Isabella Tavazzi, portavoce dell’associazione conclude così: “Invitiamo il sindaco Scanagatti e la giunta comunale di Monza, ma anche le Amministrazioni dei comuni confinati a nord, ad assumere iniziative più forti, frequenti e insistenti per chiedere la metropolitana. Facciamo appello alle associazioni e ai comitati di cittadini e pendolari per una mobilitazione generale e per esercitare il massimo di pressione sulla Regione Lombardia.”

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here