Lissone, lettera aperta al totem…

Lissone, il totem
Lissone, il totem

Lissone, caro (nel senso economico…) totem ti scrivo così mi distraggo un po’. Quattro righe appena, giusto per testimonianza, perchè non vorrei rovinare la festa del Pd nel giorno del trionfo di Mattero Renzi e dei suoi 80 euro che in molti, anche lissonesi, sperano di avere. Soprattutto dopo il voto di domenica. Ci avevano detto che saresti costato “solo” 40mila euro. Neanche tanto per un’opera che sarebbe rimasta (almeno nelle intenzioni degli ideatori) a peritura memoria dell’orgoglio lissonese nel mondo. Come le piramidi, la sfinge, il colosseo. Opera che pure i marziani di Meroni e Borghezio ci avrebbero invidiato. Caro (in senso affettuoso) totem, ma cosa sono un pugno di euro in più in cambio dell’eternità? Il museo verticale ha visto sì lievitare i costi, ma che vogliono  i rosiconi di Forza Italia in cerca di se stessi prima ancora che dei voti, i grillini delusi dalla banda di Casaleggio, i leghisti duri puri come i diamanti di Belsito, i professionisti della scheda bianca? Già, che vogliono? Magari semplicemente sapere perchè l’opera è costata più di quanto promesso. Caro totem (sempre più caro stando ai costi…) mi viene in mente una frase di Napoleone (vista la grandeur con cui ti sei presentato o mio totem, non vedo altro personaggio che meglio si adatti a te…). Ad un magazziniere a cui aveva chiesto conto dell’improvviso aumento dei costi di gestione del magazzino l’imperatore disse:” è da un’ora che sta parlando, io non le ho chiesto un trattato di economia, ma il nome del colpevole…”. Questa di Napoleone è un paradosso, una boutade, una goliardata. Ne sono sicuro, caro totem, nessuno degli amministratori lissonesi ha rubato per metterti al mondo, ma qualche omissione l’ha commessa. Un’innocente bugia. Se non altro raccontando che saresti costato così “poco” come 40mila euro. E che dire, sempre più caro totem, non te la prendere per le critiche. A Lissone è iniziata la stagione dell’effimero nelle opere e nell’urna. Ora devo salutarti caro totem, permettimi un ultimo sfogo. Non mi piaci, non sei bello, ma ci potrò sempre portare il cane a pisciare. Così anche lui ti gode un po’…

Marco Pirola

P.S.

In dettaglio le spese perchè il totem venisse al mondo

– 19.032,00 per la società che ha scritto il bando
– 20.740,00 per la società che ha realizzato il basamento
– 3.660,00 per la società che ha realizzato l’impianto elettrico
– 6.100,00 per la società che ha potato/rimosso le piante attorno x creare lo spazio necessario
– 1.099,00 per gli allacciamenti elettrici
– 1.522,56 per l’ingegnere che a curato la direzione lavori
– 40.000,00 per la società che ha progettato e realizzato l’opera

Lissone, il totem così caro a Concettina
Lissone, il totem così caro a Concettina

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here