Lissone: chi è Lisa Mandelli, il nuovo assessore all’urbanistica

Fedelissima di Gigi Ponti, presidente della provincia. Ecco la storia del nuovo assessore di Concetta Monguzzi

Lissone urbanistica. Dalla corte di Gigi ponti al cortile di Concettina. Mandelli chi? Direbbe Renzi. Chi è Lisa Mandelli il nuovo assessore all’Urbanistica? Diciamo noi lissonesi da generazioni. Alla fine il sindaco Concettina Monguzzi ha scelto. O meglio Gigi Ponti, attuale presidente della provincia di Monza e Brianza ha indicato il nome e lei ha obbedito. Obiettivo blindare il Piano di Governo del Territorio con un assessore politico di provata fede. E quale migliore garanzia di Lisa Mandelli, già candidata nelle Liste di Ponti alle ultime provinciali? Meglio del rimpasto di giunta a Lissone che avrebbe scombussolato la precaria situazione politica della città del mobile.

LISSONE URBANISTICA: L’ARCHITETTO – Mandelli, architetto, donna. Da sempre iscritta al Pd. Vive e lavora a Usmate Velate. Lisa Mandelli. Nata a Merate in provincia di Lecco. Iscritta al Partito Democratico dalla fondazione, componente dell’Assemblea costituente Lombarda e di quella Provinciale di Monza e Brianza. Laureata in architettura al Politecnico di Milano nel 2004. Svolge libera professione in uno studio di Como. Così scrive. Nessun cenno al suo indirizzo nel Vimercatese che invece risulta dalla pagina web del suo sito. Dettaglio che a Lissone sarà determinante nelle scelte urbanistiche. Esperta in rigenerazione urbana, sostenibilità ambientale e tutela degli animali, temi che mi appassionano e che reputo importanti per una nuova idea di sviluppo consapevole” si legge nello scarno curriculum allegato alla nomina e inviato in Comune. Nove righe per una città di 40 e oltre mila abitanti come Lissone. Niente male. Sarà contento Fabio Meroni.

LISSONE URBANISTICA: MANDELLI -Tesi di laurea su. “Uno spazio nuovo per l’arte contemporanea” sul museo del presente nei gasometri della Bovisa. Nel suo “giovane” curriculum c’è un sesto posto al “Concorso di idee vivere a Villa Greppi“. Una partecipazione al “concorso di idee – riqualificazione e arredo della piazza Pierino Beretta a Corbetta”.Un altro per piazza Musazzi in Garbatola (sfido i lissonesi ad indicarmi dove è senza ricorrere all’aiuto del web). Infine sempre concorso di idee per l’area adiacente alla scuola elementare di Gironico che senza nulla togliere agli abitanti di tale paese non deve essere proprio come Times Square a New York. Nove righe per sostituire Maria Rosa Corigliano “silurata” lo scorso anno vittima delle beghe interne tra Pd lissonese e Listone. La risposta politica ai mal di pancia interni alla maggioranza delle scorse settimane. Però ora che ci penso non è vero che Lisa Mandelli è acerba di Urbanistica lissonese. Nella scorsa legislatura aveva partecipato ad un concorso per un posto come dirigente all’Urbanistica.

Marco Pirola

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here