Lissone: l’assessore Pd Corigliano si dimette e l’urbanistica torna rovente

Mariella Corigliano titolare dell’urbanistica a Lissone lascia dopo le polemiche sul mattone

Maria Rosa Corigliano, la terza da sinistra, con la giunta di Lissone.
Maria Rosa Corigliano, la terza da sinistra, con la giunta di Lissone.

Alla fine l’assessore getta la spugna e protocolla le sue dimissioni da assessore della giunta di sinistra che governa Lissone. Tre anni e passa per fare il nuovo Pgt targato sinistra impantanato nelle beghe degli Uffici, ma anche in alcuni svarioni dell’assessore Corigliano, un’ostilità diffusa con alcuni esponenti Pd e le dimissioni come ultima spiaggia per salvare almeno la faccia politica. Nino Zagari, il consigliere comunale Pd, ci aveva visto lungo. L’esponente di spicco del Pd di Lissone da tempo si era fatto carico dei malumori della base del partito sui ritardi nella presentazione del nuovo strumento urbanistico. Presentato alla elezioni vittoriose del 2012, il Pgt era rimasto nelle secche degli uffici per troppo tempo. Non solo, ma durante la presentazione del documento alla Commissione Urbanistica di cui Zagari fa parte, l’assessore era caduto in un paio di svarioni che avevano fatto venire un travaso di bile ai “suoi”. I contenuti letti davanti alla Commissione non erano ne più ne meno che quelli della vecchia giunta (ampliamento del museo compreso cosa avversata e rinfacciata dal Pd alla precedente amministrazione). Poi il lungo tiramolla con il sindaco di Lissone Concettina Monguzzi che ha cercato di difendere sino all’ultimo l’assessore scelto da lei. Oggi (30 ottobre, ore 8.30) le dimissioni e l’inzio di una nuova fase.

mariella coriglianoMARIA ROSA CORIGLIANO –  nata a La Spezia il 02.02.1949, libera professionista, laureata in Ingegneria Civile presso l’università degli
Studi di Pisa. Dopo un’esperienza decennale come insegnante, si occupa di progettazione e direzione lavori di strutture ed opere civili, con mansioni di coordinamento della sicurezza. In qualità di assessore ha già collaborato con le Amministrazioni comunali di Burago Molgora e di Muggiò ed ha ricoperto incarichi pubblici come componente di commissioni edilizie in diverse pubbliche Amministrazioni della Brianza.

Leggi anche: “Lissone, l’urbanistica tra mattoni e polemiche”

MOTIVI DI OPPORTUNITA‘ – Le uniche aree verdi su cui l’Amministrazione comunale di sinistra permette di costruire con la perequazione. Come l’ex Motta in quanto area dismessa (aumenteranno anche in questo caso gli abitanti…). Questa e altre due aree (individuate dal mappale in AT1L- AT1I) sono riconducibili a Pietro Viscardi e soci. Maria Rosa Corigliano è la stessa che a Monza risulta essere coordinatore dei lavori e direttore lavori in un cantiere di via Premuda (Scarabelli costruzioni Cornate d’Adda). Committente: Premuda srl Milano. E di chi è la Premuda Srl Milano? Di Antonio Viscardi, Tommaso Viscardi, Pietro Viscardi e Alessandra Fossati. Un privato, uno dei pochi che ha avuto il via libera a Lissone per costruire quello che chiedeva e che la precedente amministrazione di centrodestra aveva in un caso negato. Il privato è lo stesso che a Monza dà lavoro all’assessore che ha portato avanti la politica urbanistica a Lissone concedendo metri cubi. Gli stessi motivi di opportunità che sottovoce qualcuno della maggioranza aveva fatto presente da mesi.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here