Lega Pro – Renate, Gavazzi a Novara. Per l’attacco un ex Monza

radrezza
Igor Radrezza regala il meritato pareggio al Renate contro la Cremonese
Dopo cinque anni, Fabio Gavazzi lascia Renate e si trasferisce a Novara
Dopo cinque anni, Fabio Gavazzi lascia Renate e si trasferisce a Novara

Renate – Il Renate saluta il suo capitano. Ormai ex. Fabio Gavazzi lascia la Brianza e si trasferisce in Piemonte. Il difensore bergamasco, nato a Seriate il 4 aprile 1988, approda a titolo definitivo al Novara. Dopo cinque stagioni in maglia nerazzurra (di cui due con la fascia di capitano) dove le soddisfazioni non sono mancate, le strade di Gavazzi e del Renate si dividono. “La società – così recita il comunicato stampa – ha permesso così che Gavazzi possa continuare il suo percorso di crescita professionale sperando che con la sua nuova squadra ottenga quei successi che merita e raggiunga gli obiettivi a cui aspira. La grande famiglia del Renate ringrazia il suo capitano per l’impegno profuso in questi anni in cui ha vestito con grande professionalità, impegno e dedizione la casacca nerazzurra contribuendo anche al raggiungimento della Lega Pro unica”.

RINFORZO PER l’ATTACCO: DA MONZA ARRIVA IGOR RADREZZA

La sessione invernale di calciomercato del Renate, oltre alla partenza di Gavazzi, fa registrare fino ad oggi anche una new entry. Dal Monza arriva l’attaccante Igor  Radrezza che di recente si è svincolato dalla società biancorossa. Nato a Padova il 6 giugno 1993, Radrezza ha firmato con Renate fino al termine della stagione sportiva in corso. Quest’anno con il Monza di Fulvio Pea ha collezionato otto presenze. Cresciuto nel settore giovanile del Padova, Radrezza nella stagione 2012/2013 ha disputato 23 presenze con il Castiglione risultando uno degli artefici della grande annata della sua squadra che ha sfiorato i playoff in Seconda Divisione. Nello scorso campionato è ritornato a casa dove in cadetteria ha raccolto tre presenze con i biancoscudati allenati da Bortolo Mutti.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here