Lega Pro – A Monza una prodezza di Iovine regala tre punti al Renate

Iovine-TORRI-1
Omar Torri e il match winner Alessio Iovine. Il numero 7 nerazzurro, fra andata e ritorno, ha segnato tre gol al Monza

MONZA-RENATE 0-1

RETE: 1’st Iovine

MONZA: Chimini; Anghileri, Lucarini, De Bode; Franchino, D’Alessandro, Pessina, Dal Poggetto (23’st Bollini Frigerio); Corduas (30’st Costa); Torri, Grandi (30’st Gasbarroni). A disposizione:  Perniola, Berchicci, Palesi, Gaeta. All: Pea

RENATE: Cincilla; Adobati, Malgrati, Riva; Bonfanti, Muchetti, Chimenti, Scaccabarozzi (18’st Mantovani), Iovine; Spampatti (33’st Florian), Cocuzza (26’st Radrezza). A disposizione:  Vannucchi, Morotti, Di Gennaro, Mira.  All: Boldini

 ARBITRO: Mantelli di Brescia (Piazza di Trapani e Malacchi di Foligno)

AMMONITI: Anghileri (M); Malgrati, Riva, Cincilla (R)

ESPULSO: 40’st Riva  ® per doppia ammonizione.

NOTE: Angoli 8 a 4 per il Renate

 Monza – Al Renate è bastata una prodezza di Alessio Iovine ad inizio ripresa per aggiudicarsi il derby con il Monza. Dopo la doppietta dell’andata, l’ex Olginatese va in gol anche al “Brianteo” e questa volta regala tre punti importanti ai nerazzurri che salgono in classifica a quota 28.

Quello sceso in campo venerdì sera al “Brianteo” è un Monza diverso, dopo le partenze di diversi giocatori, a seguito anche delle rescissioni degli ultimi giorni. Mister Fulvio Pea non ha molte scelte. Formazione di emergenza per il tecnico biancorosso costretto a schierare subito giocatori arrivati solo qualche giorno fa, fra cui Corduas, De Bode, Lucarini e Torri (per quest’ultimo si tratta di un ritorno a Monza). Nonostante la difficile situazione, la squadra di Pea reagisce molto bene e per tutti i 90 minuti è sostenuta dal calore del proprio pubblico che non risparmia, invece, fischi e contestazioni alla nuova proprietà, rappresentata in tribuna da Piero Montaquila (a fine primo tempo lascerà lo stadio).

Monza e Renate danno vita ad un match intenso, ma avaro di sussulti ed emozioni. Dopo un tentativo dalla distanza di Torri al 14’, il Renate risponde con il colpo di testa di Adobati, su punizione di Scaccabarozzi, ma la palla termina fuori. Poco prima della mezz’ora Iovine serve Spampatti che di potenza manda sopra la traversa. Prima del riposo si registrano due punizioni del Monza calciate da Franchino. La prima va sopra la traversa, la seconda finisce nelle mani di Cincilla. La ripresa si apre subito con il botto. Alessio Iovine rompe l’equilibrio del match siglando la rete decisiva. Il numero sette nerazzurro, servito da Cocuzza all’altezza del limite dell’area, si accentra fino ad arrivare in posizione centrale da dove fa partire un potente destro che, dopo aver toccato la traversa, si insacca alle spalle dell’incolpevole Chimini. Un gol di pregevole fattura per Iovine che in questa stagione è diventato “uomo derby” con tre reti fra andata e ritorno. Il Monza non si demoralizza e ci prova subito con D’Alessandro, ma Cincilla lo anticipa nel momento di concludere. La pioggia battente rende sempre più scivoloso il terreno e i 22 in campo provano ugualmente a giocare palla a terra. Il Renate cerca di rendersi pericoloso ancora con Iovine, poi con un colpo di testa di Malgrati. Il Monza non si dà per vinto e cerca con insistenza il pareggio, ma anche negli ultimi dieci minuti quando gioca in superiorità numerica per l’espulsione di Riva, gli sforzi risultano vani. In pieno recupero, un colpo di testa di Pessina all’interno dell’area di rigore fa gridare al gol i sostenitori biancorossi. Cincilla, invece, sfodera un grande intervento alzando la sfera sopra la traversa. Il Renate così può esultare per i tre punti. Un Monza imbottito di giovani e volti nuovi esce fra gli applausi dei propri tifosi. Ora la partita più attesa ed importante si “giocherà” la prossima settimana e riguarderà la proprietà. Mister Pea in sala stampa, nel post partita, è stato chiaro: “Io aspetto con grande fiducia, ho avuto un incontro e hanno buonissime intenzioni. Diamo loro sette giorni”.

MISTER PEA: “Non mollo io, non molla il Monza, non molla nessuno…” – Il tecnico ex Sassuolo, da vero condottiero, in sala stampa ha sottolineato: “Abbiamo sputato sangue, anzi abbiamo sputato tutto ciò che avevamo per 95’, nonostante le difficoltà di formazioni. Non mollo io, non molla il Monza, non molla chi gioca ce sia un ’97 o un ’98. Non molla nessuno…”. Pea ha poi aggiunto: “Buona la prestazione dei miei. Il pareggio lo avremmo meritato”. Prima di concludere, un elogio particolare a capitan Marco Anghileri. 

Capitan Marco Anghileri, un esempio per tutti
Capitan Marco Anghileri, elogiato da mister Pea

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here