Imprenditore suicida a Cesano Maderno

imprenditore suicida cesano nuovabrianza

Carmelo Giordano si è sparato domenica

Imprenditore suicida a Cesano Maderno. Detto così potrebbe sembrare uno dei tanti articoli di cronaca che ho scritto negli anni. Ma Carmelo era più di un semplice imprenditore prestato alla politica (era stato consigliere comunella della Lega a Cesano nella sfortunata esperienza di Marina Romanò. Carmelo era un amico per cui al di là delle frasi di rito a beneficio dei motori di ricerca voglio onorarlo alla mia maniera. E quale miglior modo se non quello di scrivere come ho saputo della sua morte?

imprenditore suicida cesano nuovabrianza

Imprenditore suicida: la notizia agli amici

Lo conosco da anni. Quando Antò, per gli amici solamente “Il Surgone” per via della stazza imponente, mi vede è festa grande. Il suo locale vip di piazza Duomo a Milano diventa palcoscenico di risate e battute improvvisate. Che io riduttivamente ogni volta definisco semplicemente bar. Fingendo disprezzo e accompagnando la parola con una smorfia e un gesto della mano inequivocabile. Lui è fiero del frutto del suo lavoro. Un bar in piazza Duomo non è da tutti. Partito da Lucera senza una lira e dopo aver dormito per anni nel locale delle cassette dell’acqua minerale, quel bar è più di un vanto. E’ la vita. Sono amico da anni. Con un’aggravante. Essere stato pure suo testimone di nozze lo scorso anno. In una cerimonia al limite della sopportazione umana nella chiesa doc dei milanesi. Sant’Ambrogio. Altro sfizio che si era tolto. Ma oggi il suo sguardo era vacuo. Perso. Il sorriso forzato. Lui che non è capace di dire una bugia nemmeno sotto tortura. Ha cominciato a prenderla alla larga. Lo vedevo preoccupato per le mie condizioni di salute. Cercava di dirmi qualcosa. Alla sua maniera. Poche idee e pure confuse. Ad un certo punto il discorso tra noi due era diventato talmente surreale che ho capito. Non si trattava del solito teatrino tra noi a beneficio delle risate dei clienti. Ho tagliato corto. Cazzo stai cercando di dirmi da venti minuti? Lui: Carmelo… Poi via verso i clienti da servire. Io son rimasto immobile spintonato dalla sciuretta vogliosa di conquistare spazio per la brioche. Carmelo. Si è sparato domenica sera. Lo hanno trovato ieri con la sua 357 magnum accanto. Imprenditore eclettico, politico sui generis, sposato con una modella russa, se ne è andato così come aveva sempre vissuto. Con clamore. Da lui mi sarei aspettato di tutto. Pure quello che ha combinato. Ciao Carmelo ovunque tu sia…
marco pirola

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here