Il Morandi sparito riappare grazie ai carabinieri

nuovabrianza-morandi

nuovabrianza-morandi

I carabinieri come i maghi. Solo che questa volta il trucco non c’è. Anzi. Dopo 41 anni torna alla luce un quadro preziosissimo.

Grande risultato per i Carabinieri di Monza. L’opera di Giorgio Morandi, misteriosamente sparita nel 1972, è stato ritrovato grazie ad un’indagine della sezione dei Carabinieri, Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza.

 L’OPERA – Il prezioso dipinto dal nome “Natura morta con bottiglie” fu rubato insieme ad altri oggetti d’arte dalla sontuosa dimora di un dottore, il 14 agosto 1972. Era ormai dato come sparito nel nulla, finché circa un mese fa le Forze dell’ordine non l’hanno rintracciato in Svizzera, dopo una sua precedente segnalazione in un mercato Tedesco nel 2009. Il quadro, della quotazione sul mercato di circa 350.000 euro, è stato “pedinato” per un mese. Poi, una volta rientrato in Italia a Courmayeur, è stato sequestrato. La tela, di misura 40×40, è stata trovata all’interno dell’auto di un mercante d’arte di 67anni. Dopo il sequestro del gioiello d’arte, l’uomo è stato denunciato ed il quadro restituito al legittimo proprietario.

Corrado Baglieri

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here