guardie ecologiche monza

Monza, il Comune delle mezze verità

Guardie ecologiche Monza, per le multe alle mongolfiere scomodano pure l’assessore. Delitto di lesa maestà criticare una Gev. Anche quando è pizzicata palesemente in fallo con l’auto in divieto di sosta come avevamo fatto noi qualche giorno prima del Festival del volo. Ma andiamo con ordine.

guardie ecologiche multa

Guardie ecologiche Monza e mongolfiere

E’ domenica 24 aprile. Nel Parco di Monza è previsto un raduno di mongolfiere. Manifestazione inserita nel programma del “Festival del volo”. Un successo strepitoso di pubblico che fa breccia persino nel cuore di Roberto Scanagatti il sindaco di Monza. Migliaia di persone che vogliono salire sui palloni aereostatici e gran da fare per l’organizzazione. Sin qui nulla da eccepire. Ad un certo punto dal nulla spuntano le impassibili Guardie ecologiche volontarie. Estraggono il blocchetto e sanzionano cinque proprietari di mongolfiere. A dare la multa sono le stesse (inteso come corpo) che qualche giorno prima dalle parti di viale Romagna avevano parcheggiato impunemente contromano, in divieto di sosta e in un posto pericoloso per andare al bar. E ora le cose iniziano a non quadrare.

guardie ecologiche monza

Guardie ecologiche Monza: le multe

Multe. Si tratta di cinque proprietari di auto, sostiene l’assessore, che avevano messo i mezzi lungo viale Mirabello con le ruote nel prato. In allegato corrediamo l’articolo sulle mongolfiere, già pubblicato ai tempi, con altre fotografie. Sempre l’assessore Paolo Confalonieri sostiene che la convenzione prevedeva che “la sosta sul verde fosse prevista solo per i mezzi che avrebbero fatto da ancoraggio alle mongolfiere, e tali mezzi mezzi non sono stati sanzionati”. Di diverso avviso è una coppia svizzera proprietaria non solo di una mongolfiera che ha volato per l’occasione, ma pure del carrello che serve a trasportare il pallone. Carrello omologato e facente parte a tutti gli effetti dell’apparato che deve stare, per questioni logistiche, il più vicino al pallone per il suo ricovero dopo l’uso. La coppia protesta (come da foto allegata sotto) e sostiene che il mezzo sanzionato era proprio il carrello con dentro la mongolfiera. Carrello che fa parte integrante dell’attrezzatura per il volo. Carrello (sempre ben visibile in foto) che era sì sul prato per pochi centimetri per essere il più vicino al punto di approdo della mongolfiera stessa. Cosa avvenuta. Testimoni (plurale) e foto (plurale). Ma evidentemente la pubblicazione della foto dell’auto delle Gev in divieto di sosta deve avere irritato nei nostri confronti non poco gli “sceriffi del verde”. Irritato a tal punto che l’episodio è citato nella risposta dell’assessore sull’episodio delle multe alle mongolfiere. Ci piacerebbe sapere sempre dal solerte assessore che tipo di sanzione disciplinare comminerà ai protagonisti del divieto di sosta. Così, assessore per tenerci informati. Non vorremmo che la sanzione alle Gev facesse la fine del provvedimento contro i vigili urbani dello scorso anno.

Marco Pirola

P.S.

Faccio presente che sullo stesso prato e quel giorno delle multe, a pochi metri da migliaia di persone, era parcheggiata un’autocisterna con centinaia di metri cubi di idrogeno compresso alla pressione di 400 atm. Nelle vicinanze un’unica ambulanza e nessuna autopompa dei vigili del fuoco. La segnalazione, una delle tante, ci arriva da un lettore di nuovabrianza.it. Sotto potete trovare la risposta dell’assessore al nostro articolo.

guardie ecologiche monzaGuardie ecologiche Monza: la lettera dell’assessore Confalonieri

Con riferimento a quanto pubblicato riguardo alle sanzioni comminate dalle Guardie Ecologiche Volontarie (GEV) del Comune di Monza lo scorso 24 aprile nel Parco, in occasione della manifestazione delle mongolfiere, voglio precisare che le sanzioni erano relative a veicoli in sosta non autorizzata sul verde;  la concessione prevedeva, espressamente, che la sosta sul verde fosse prevista solo per i mezzi che avrebbero fatto da ancoraggio alle mongolfiere e infatti tali mezzi non sono stati sanzionati. In tutta la giornata sono state sanzionate cinque auto in sosta vietata lungo viale Mirabello, in prossimità della manifestazione. Ribadisco il pieno sostegno e fiducia alle GEV, che svolgono un prezioso lavoro di sensibilizzazione e di controllo per il rispetto del regolamento del Parco e per la tutela di chi lo frequenta. Per quanto riguarda la notizia da voi diffusa relativa a un’auto delle GEV posteggiata in sosta vietata in una via cittadina, segnalo che è in corso di contestazione la sanzione disciplinare prevista dal regolamento.

Paolo Confalonieri, assessore alla Mobilità Comune di Monza

Commenti