Fabrizio Corona libero finisce a Mombello

fabrizio corona nuovabrianza

L’ex fotografo dei vip dovrà curarsi a Limbiate

Fabrizio Corona da San Vittore finisce a Mombello. Il programma di reinserimento nella società di Fabrizio Corona passa da Limbiate. Il re dei fotografi milanesi (almeno un tempo lo era) è stato scarcerato mercoledì pomeriggio per decisione del giudice di sorveglianza. il magistrato ha accolto la richiesta dei suoi legali. Sarà curato in una comunità terapeutica di recupero dalle dipendenze. Dovrà frequentarla di giorno.

Fabrizio Corona a Limbiate

L’ex re delle notti milanesi finirà di scontare la sua pena nel comprensorio dell’ex Antonini di Mombello. Si tratta di una struttura privata gestita da una Fondazione, accreditata dal Sistema sanitario regionale. La prima richiesta di affidamento terapeutico per Corona era stata respinta a metà settembre del 2017 ed aveva per destinazione una comunità nel Bresciano. Ora invece il giudice ha accolto l’istanza degli avvocati. Il provvedimento emesso dal magistrato ha permesso a Corona di uscire immediatamente dal carcere di San Vittore di Milano. Il provvedimento dovrà essere, però, confermato in un’udienza davanti al Collegio di Sorveglianza alla fine marzo.

Fabrizio Corona i divieti

Secondo quanto disposto dal decreto del Tribunale, nei prossimi mesi Fabrizio Corona potrà uscire dalla sua casa solo per andarsi a curare. Avrà l’obbligo di star lontano da droga e denaro. Niente giornalisti, interviste, tv, fotografi, social network ed affini. Corona, scrive il giudice Luerti, è consapevole “di essere all’ultima occasione per riprendere in mano la propria vita e quella del figlio quindicenne”. Corona potrà dormire nella sua abitazione di via De Cristoforis, zona della movida milanese, dalla quale però potrà uscire soltanto per recarsi a Limbiate. La casa però è stata sequestrata nei mesi scorsi dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Milano ma, da quanto si è saputo, ora l’amministrazione giudiziaria ha deciso di affittarla. E l’avrebbe affittata la fidanzata di Corona.

Fabrizio Corona dalla movida alla clausura

Dovrà seguire un percorso di recupero, dal lunedì al venerdì, da mattina a sera. La domenica, invece, specifica il giudice, “dovrà restare a casa”. Nelle prescrizioni del giudice c’è anche il divieto “di usare i social, di telefonare (i contatti possibili sono solo con parenti e avvocati), di rilasciare interviste e diffondere immagini”.

Fabrizio Corona story

Nel giugno del 2015, dopo aver scontato circa due anni e mezzo di detenzione, Corona era uscito dal suo primo periodo detentivo e aveva ottenuto l’affidamento in prova nella comunità ‘Exodus’ di don Mazzi a Lonate Pozzolo, in provincia di Varese. Poi, per altre vicende giudiziarie (i famosi 2,7 milioni di euro trovati nel controsoffitto), Corona era tornato in carcere.

Marco Pirola

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here