Coppa Italia Lega Pro – Il Renate passa il turno, Monza ko

Coppa-Italia-Lega-Pro

Il Renate espugna con un gran gol di Rovelli lo “Zini” di Cremona e vola agli ottavi di finale di Coppa Italia Lega Pro. Si ferma, invece, il Monza, battuto ai rigori al dall’Albinoleffe. Dopo 120 minuti, il risultato del “Brianteo” è ancora di 1 a 1. Per le due squadre c’è la lotteria dei calci di rigori che premierà l’Albinoleffe.

Luca Rovelli, match winner a Cremona
Luca Rovelli, match winner a Cremona

CREMONESE-RENATE 0-1

CREMONESE:  Galli; Gambaretti, Zieleniecki, Giorgi (29’pt Marchi. A), Crialese; Tripsa (12’st Favalli), Lombardo, Moroni; Marchi. M, Manaj (26’st Brighenti), Kirilov. All: Montorfano


RENATE: Steni; Gavazzi, Di Gennaro, Adobati, Morotti (1’st Mira); Pedrinelli (18’st Scaccabarozzi), Chimenti, Muchetti; Rovelli (32’st Cocuzza), Spampatti, Curcio. All: Boldini


MARCATORE: 9’pt Rovelli

ARBITRO:  Mantelli di Brescia

Cremona – Il Renate a Cremona aveva conquistato la prima vittoria in campionato e, sempre allo “Zini”, i nerazzurri festeggiano in Coppa Italia Lega Pro il passaggio al turno successivo. Match winner Rovelli che, con una perla da 30 metri, regala ai brianzoli il terzo successo di fila, dopo Sudtirol ed Albinoleffe in campionato. Sbloccato il risultato, il Renate continua a macinare gioco e ci prova con Spampatti, ma Galli si oppone, poi Zieleniecki, appostato sulla linea di porta, devia in corner. La Cremonese risponde con Kirilov (a lato), poi Manaj anticipa Steni in uscita, ma Di Gennaro sventa il pericolo. Prima del riposo, sulla conclusione di Curcio, Galli devia in angolo. Nella ripresa, la Cremonese si spinge in avanti con più convinzione; il Renate, dal canto suo, controlla bene il vantaggio e ci prova in contropiede. La prima occasione è di Pedrinelli, Galli neutralizza, poi Manaj sulla linea di fondo atterra Di Gennaro, ma l’arbitro lascia proseguire l’azione e lo stesso attaccante, classe ’97, spedisce la sfera a lato. Il nome di Manaj finisce poco dopo ancora sul taccuino, ma la sua punizione sfiora il palo, poi è la volta del Renate con una bella azione Curcio-Gavazzi con il tiro di quest’ultimo parato con i piedi da Galli. Negli ultimi dieci minuti la Cremonese tenta attacca con continuità, ma i nerazzurri riescono a salvarsi e al triplice fischio del direttore di gara possono festeggiare il passaggio del turno.

Zullo sbaglia il rigore
Zullo sbaglia il rigore

MONZA-ALBINOLEFFE (1-1) 4-5 d.c.r. 

MONZA: Chimini, Costa, Massoni (1’ st Anghileri), Franchino, Beduschi, Foglio (1’ st Zullo), Dal Poggetto (22’ st Bollini Frigerio), Pessina, Valle, Burrai, Virdis. All. Pea.

ALBINOLEFFE: Amadori, Barzaghi, Cortinovis (22’ st Bianchetti), Nichetti (36’ st Taugourdeau), Allievi, Ondei, Calì, Geroni, Pesenti, Vorobjovs, Aurelio (39’ st Girasole). All. Pala.

ARBITRO: Schirru di Nichelino

MARCATORI: 19’ pt Pesenti (A), 14’ st-rig. Virdis (M)

SEQUENZA RIGORI:  Virdis (M) gol, Allievi (A) gol, Burrai (M) parato, Taugourdeau (A) gol, Bollini Frigerio (M) gol, Pesenti (A) gol, Beduschi (M) gol, Geroni (A) parato, Zullo (M) fuori, Bianchetti (A) gol.

Monza – L’Albinoleffe si conferma “bestia nera” del Monza. Dopo aver battuto i biancorossi in campionato, i bergamaschi si ripetono anche in Coppa Italia e festeggiano il passaggio al turno successivo. Dopo 120 minuti il risultato è inchiodato ancora sull’1 a 1 e le due squadre devono ricorrere alla lotteria dei calci di rigore che premia gli undici di Pala.

Il Monza contro la “Celeste” dà spazio a chi ha giocato finora meno, oltre a qualche ragazzo del settore giovanile. “Sono molto contento della prestazione che hanno espresso – puntualizza il tecnico  biancorosso, Fulvio Pea, in sala stampa nel post partita – La difficoltà dei ragazzi giovani è sempre quella di riuscire a mantenere una certa continuità, dobbiamo farli lavorare in un certo modo per poterli preparare per il futuro e farli crescere sempre di più. Continueremo ad effettuare qualche amichevole infrasettimanale in modo tale da cercare di farli amalgamare sempre di più con la prima squadra, il percorso che ho in testa è molto chiaro. Voglio spendere una parola particolare nei confronti di Franchino che, nonostante sia stato utilizzato molto poco, oggi ha fatto centoventi minuti di gran valore. La partita che ci aspetta sabato a Mantova è molto difficile, la posizione di classifica che occupano oggi non è veritiera rispetto al loro valore reale.” 

Per la cronaca, è l’Albinoleffe a sbloccare per primo il match con Pesenti al 19’.  Il Monza ci mette un po’ prima di riordinare le idee e pervenire, nella ripresa (59’),  al pareggio di Virdis su rigore, concesso per fallo ai danni di Burrai. I biancorossi creano poi diverse occasioni interessanti e l’innesto del giovane Bollini Frigerio (classe 1998) vivacizza il gioco dei locali, ma il risultato di 1 a 1 si manterrà fino alla fine dei tempi supplementari. Si va così ai calci di rigore dove per la squadra di Pea sono fatali gli errori di Burrai (parato) e Sullo (fuori), mentre centrano il berasaglio Virdis e Beduschi. Per l’Albinoleffe segnano Allievi, Pesenti, Taugourdeau, mentre Geroni fallisce (parato).

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here