Concorezzo attentato contro la caserma dei carabinieri

concorezzo attentato contro i carabinieri

Lanciate due bombe moltov nel cortile

Concorezzo attentato contro i carabinieri. Alle 6 di ieri mattina (domenica 23 dicembre ndr), uno sconosciuto ha lanciato due molotov nel cortile della caserma carabinieri di Concorezzo. Poi del tutto indisturbato si è allontanato. Le telecamere di sorveglianza della caserma hanno filmato tutto quanto l’episodio e catturato la sagoma, non i lineamenti dell’attentatore. L’uomo aveva il volto coperto.

Concorezzo attentato, le bombe

Una molotov ha preso fuoco, l’altra no. Nessuno è rimasto ferito. I carabinieri hanno analizzato i cocci di vetro e le macchie di benzina rinvenute sull’asfalto. I militari presenti si sono accorti solo in mattinata dell’accaduto dopo aver trovato i resti degli ordigni rudimentali. Le indagini a 360 gradi per risalire al responsabile. Non si esclude nessuna pista. Nel pomeriggio è stato fatto un summit per fare il punto della situazione al quale ha partecipato anche il sindaco di Concorezzo Riccardo Borgonovo. “Questi atti non vanno assolutamente sottovalutati a prescindere dal movente”, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, subito informato del fatto. Sul posto è arrivato il deputato brianzolo della Lega Massimiliano Capitanio.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here