Chiese: musica e storia a Brugherio

“Piccole chiese e dintorni”. Musica e storia nel 150° della fondazione di Brugherio

Chiese e luoghi della storia di Brugherio riaprono al pubblico. “Piccole chiese e dintorni” ritorna con l’edizione 2016 per intrattenere gli spettatori con le note dei più famosi compositori di musica classica. Nei luoghi di culto, conosciuti e non, di Brugherio prenderà il via la manifestazione musicale che celebra il territorio e le sue bellezze.

CHIESE: MUSICA E STORIA – Oltre il contenuto, la forma. “Piccole chiese e dintorni” si occuperà non solo di musica ma anche di storia, arte e cultura. Infatti, grazie alla rinnovata collaborazione con l’associazione Kairos, sarà possibile visitare l’edificio sacro in cui si svolgerà il concerto. Tra le tante chiese parte dell’iniziativa, vi saranno anche il Tempietto di San Lucio in Moncucco e Villa Sormani, luogo simbolo della storia di Brugherio.

brugherio

MUSICA – Fondazione e Scuola di musica Luigi Piseri saranno al centro dell’attenzione durante gli eventi di “Piccole chiese e dintorni”. Il calendario della manifestazione è ricco e prenderà il via domenica 8 maggio nella chiesa di Santa Margherita a Baraggia. Per l’occasione si esibirà il Trio Pyramid, formazione di corni di bassetto sulle note di Mozart, Rossini e Mascagni. Il secondo appuntamento sarà a distanza di un mese. Domenica 5 giugno, nella chiesa di Sant’Anna in San Damiano, 5 giovani interpreti suoneranno i loro archi prendendo spunto dal romanticismo tedesco. L’estate e l’autunno 2016 saranno ricchi di eventi e manifestazioni. L’edizione annuale di “Piccole chiese e dintorni” si chiuderà il prossimo dicembre con l’esibizione di Stefano Matera. Il musicista rivisiterà Bach e Ponce con le corde della sua chitarra. Anche l’amministrazione di Brugherio è stata parte attiva nell’organizzazione della manifestazione. “Scorci noti e meno noti della storia e dell’identità cittadina, luoghi ricchi di bellezza, piccoli gioielli segreti solitamente non aperti al pubblico, risuoneranno di note per essere scoperti o riscoperti attraverso la musica”. Queste le parole di Laura Valli, assessore alle Politiche culturali.

Alessandro Galli

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here