Calcio scommesse, Nova Milanese nel mirino

 

L’ARRESTO – Dalla Brianza al calcio scommesse passando per Nova Milanese. Fabio Bruno Quadri, 30 anni, è nell’elenco dei quattro arrestati nella nuova bufera giudiziaria che ha investito il calcio italiano. La stessa dove sono coinvolti Christian Brocchi e Gennaro Gattuso detto “Ringhio“. Quadri lavorava da un anno in Brianza. Dal 16 dicembre però si sono perse le sue tracce. Era arrivato da una sala scommesse di Milano, in zona Lambrate, a Nova Milanese come dipendente della società “Nuovo mondo srl” di piazza Armando Diaz. Una ricevitoria Snai. Nell’ordinanza del Giudice delle indagini preliminari cremonese Andrea Salvini,

IL FATTO – Quadri è accusato dal magistrato di essere uno dei «promotori» di una vera e propria «cricca» che avrebbe manipolato una cinquantina di partite dei campionati di serie A, B e anche C. Cosimo Rinci (team manager del Riccione calcio), uno degli arrestati, «sfruttando la sua introduzione negli ambienti calcistici e in particolare appoggiandosi ad Ermanno Pieroni (ex dirigente dell’Ancona calcio) informava Salvatore Spadaro (chiamato “il vecchio”) dei risultati che avrebbero avuto le partite di calcio professionistico pilotate». Spadaro, una volta appresi i risultati combinati, informava il suo amico Quadri che procedeva alle scommesse. Un giro di soldi finanziato da Qiu Wang yi detto “Massimo”, procacciato dallo stesso Quadri. E proprio a Nova Milanese è avvenuto uno degli incontri tra Spadaro, Quadri, Qiu Wang yi e Christian Altebrando, sodale e uomo di Quadri.

Christian Brocchi
Christian Brocchi

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here