Calcio Lega Pro – Renate ko a Padova: risultato «bugiardo»

Castelli ad inizio ripresa para un rigore

PADOVA – RENATE 1-0

RETE: 45′ Altinier
PADOVA:
Favaro; Dionisi, Sbraga, Fabiano, Favalli; Ilari (27′ st Baldassin), Corti (41′ st Mazzocco), De Risio, Petrilli (15′ st Finocchio); Neto Pereira, Altinier. A disposizione: Reinholds, Anastasio, Dell’Andrea, Bearzotti, Turea, Sparacello, Bottalico. All. Pillon
RENATE: Castelli; Di Gennaro, Malgrati, Teso; Anghileri, Valagussa, Pavan (27′ st Curcio), Scaccabarozzi, Ntow (10′ st Iovine); Ekuban, Napoli (18′ st Florian). A disposizione: Moschin, Sciacca, Solini, Riva, Chimenti, Buongiorno, Graziano. All. Colella

ARBITRO: Luciano di Lamezia Terme (Biava di Vercelli – Pizzi di Termoli)

NOTE: Calci d’angolo: 8-6 per il Renate. Ammoniti Malgrati, Teso (R), De Risio, Mazzocco, Favaro (P). Recupero: 1′ pt + 4′ st. Al 3′ st Castelli (R) respinge un calcio di rigore a Petrilli (P).

Padova – Solo una prodezza di Altinier sul finire del primo tempo manda ko il Renate all’Euganeo di Padova. I nerazzurri vengono sconfitti di misura dai biancocudati, ma il punteggio è troppo pesante e penalizza un po’ troppo la formazione di Colella, reduce dalla convincente vittoria del turno precedente contro la Reggiana. I primi venti minuti del match vedono i 22 in campo studiarsi reciprocamente, senza registrare azioni di rilevanti. La prima conclusione arriva al 25’ ed è di marca renatese: sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Napoli, la retroguardia padovana libera come può di testa, ma la sfera torna dalle parti di Napoli, che con il sinistro in corsa costringe Favaro alla deviazione in angolo. Il Renate è padrone del campo, il Padova tenta qualcosa, ma in modo sterile. Al 41’ pericolo per i padroni di casa, ma la conclusione di Ntow, dopo un bel dialogo con Napoli, finisce sul fondo. Quattro minuti più tardi il gol vittoria del Padova. Su cross di Ilari, bel gesto tecnico di Altinier che manda la sfera nell’angolino dove Castelli non può arrivare. La ripresa si apre con l’episodio che potrebbe chiudere definitivamente il match, ma il Padova come all’andata (0-0) sbaglia il penalty. L’arbitro vede una trattenuta di Pavan ai danni di Favalli e assegna il rigore. Sul dischetto si presenta Petrilli, ma Castelli indovina l’angolino e respinge la conclusione dell’attaccante veneto. La reazione degli uomini di Colella non si fa attendere. Prima rispondono con una bella azione personale di Ekuban (il suo potente destro è respinto d’istinto da Favaro), poi con un tiro di Malgrati che sorvola di un soffio la traversa. Il Renate spinge sull’acceleratore alla ricerca del pareggio costringendo i padroni di casa nella propria area, ma la difesa padovana fa buona guardia. Prima del termine ci prova anche Curcio dai 25 metri, ma sua punizione sorvola la traversa. Il Padova conquista tre punti e si riavvicina alla zona playoff, il Renate però avrebbe meritato molto di più e la sconfitta penalizza troppo la band di Colella che, dopo il gol-prodezza di Altinier, ha avuto una grande reazione andando anche in più occasioni vicino al gol.

 RISULTATI 7° RITORNO

ALBINOLEFFE- CREMONESE (28.02 – 17.30)

ALESSANDRIA-BASSANO 1-2

CUNEO-PRO PATRIA 2-1

GIANA-CITTADELLA (28.02 – 15)

PADOVA-RENATE 1-0

LUMEZZANE-MANTOVA (28.02 – 15)

PRO PIACENZA-PAVIA 1-2

REGGIANA-FERALPISALO’ 3-0

SUDTIROL-PORDENONE (28.02 – 14)

CLASSIFICA

CITTADELLA       50

PORDENONE       43

BASSANO     43

FERALPISALO’     41

ALESSANDRIA     40

PAVIA    39

REGGIANA    37

PADOVA       35

SUDTIROL    34

CREMONESE       31

CUNEO 28

GIANA   27

PRO PIACENZA    25

RENATE       25

LUMEZZANE 23

MANTOVA    22

ALBINOLEFFE      15

PRO PATRIA (-7) 2

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here