Calcio a 5 Serie C2/ Lo Xenia cede alla capolista

calcio-a-5-generico

XENIA-VALMALENCO 3-4

XENIA: Asnaghi, Farina, Menegaldo, Stecher, Brenna, Segagni B., Arosio, Lanzani, Segagni S., Catalano, Gennari, Dugnani. All. Maggioni

VALMALENCO: Bergomi, Salvetti, Gaggi C., Faldrini, Bardea, Nana, Schenatti, Gaggi A., Rossi, Cabello, Pagni, Bontempi. All. Guerra

ARBITRI: Matteo Barletta – Sez. Gallarate, Marco Borghini – Sez. Como

MARCATORI: 8’ Segagni S. (XE), 23’ Arosio (XE), 27’-60’ Bordea (CV), 35’ Rossi (CV), 57’ Schenatti (CV), 59’ Lanzani (XE).

AMMONITI: 41’ Arosio (XE), 43’ Cabello (CV)

xenia-asnaghi-calcio a 5
Il giocatore dello Xenia Jacopo Asnaghi

Mariano – Il Valmalenco sbanca il PalaExtra e si conferma al vertice della classifica a punteggio pieno, lasciando Valtellina Futsal e Xenia rispettivamente a 3 e 5 punti di distanza. L’importanza della posta in palio condiziona le due formazioni, che danno vita ad un match solo a tratti spettacolare, con troppi rilanci lunghi dei rispettivi portieri e poca manovra. Partono meglio i padroni di casa, che passano all’8’ con Segagni S., che chiude nell’angolo basso uno scambio veloce con Arosio a tagliare in due la difesa ospite. Gli uomini di Guerra reagiscono, ma faticano a trovare varchi, e i numerosi tiri dalla distanza vedono Asnaghi sempre pronto.

Al 23’ lo Xenia raddoppia; angolo battuto da Brenna, palla ad Arosio che si accentra, saltando il diretto marcatore, e da sei metri non lascia scampo a Bergomi, invano protesosi in tuffo per fermare la saetta mancina del numero sette giallo nero. I marianesi colgono le difficoltà degli avversari e cercano la terza rete, ma lasciano spazi alle loro ripartenze. Proprio su una di queste Bardea si invola centralmente, finge lo scarico ad un compagno e giunto ai cinque metri fulmina Asnaghi. La rete galvanizza il Valmalenco, che nella ripresa mette alle corde i locali, pressando alto e presentandosi pericolosamente dalle parti di Asnaghi, bravo in un paio di circostanze, ma sfortunato al 35’, quando un tiraccio al volo di Rossi batte sullo stinco di Stecher e carambola in rete. Il pareggio è comunque meritato e gli ospiti insistono con maggiore lucidità rispetto agli uomini di Maggioni, che si rendono pericolosi solo con giocate estemporanee o operate dai singoli. Asnaghi viene più impegnato rispetto a Bergomi, ma il risultato non cambia fino ai palpitanti minuti finali. Al 57’ Rossi e compagni ribaltano il risultato; batti e ribatti in area giallonera e Schenatti è bravo e fortunato a opporsi con decisione ad un tentativo di rinvio di piede di Asnaghi, accompagnando poi la palla in rete. Maggioni schiera subito Stecher come portiere di movimento, e la mossa si rivela azzeccata perché al 59’ Lanzani, defilato a sinistra, trova il varco giusto in diagonale per battere Bergomi.

Sembra finita, ma lo Xenia tenta di fare risultato pieno, spingendo e disunendosi pericolosamente. In pieno recupero la beffa: rinvio lungo, Stecher potrebbe mettere fuori di testa, ma preferisce provare a giocarla mettendo al centro per Catalano; la palla è un po’ corta e favorisce l’inserimento di Bardea, che può calciare libero dal limite fulminando Asnaghi. C’e’ tempo solo per la gioia sfrenata degli ospiti, che operano il primo vero break in classifica e si confermano favoriti per il primo posto nel girone.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here