Caccia ai ricordi con gli Indiana Jones della Brianza

caccia ai ricordi monza brianza

Armati di metal detector, Monza e la Brianza tra hobby e cultura underground

Caccia ai ricordi con i “Metal Detector Brianza”. Non è l’ultimo quartetto di ragazzi terribili della periferia. Il sound in questione è decisamente più soft. Cultura, storia in monete. Al limite qualche residuo militare. Sorprese. Quelle sì e sono tante “all’ordine dello scavo”. È il mix alternativo del “metal detecting”. Un hobby per tutti, che nasce in primis nel segno del rispetto di leggi e decreti. Non si può cogliere tutto come erba. Navigare in rete per credere. E informarsi. La ricerca è vietata in zone archeologiche o parchi naturali protetti. Per il resto è solamente avventura.

Caccia ai ricordi: cosa è il Metal detecting

La strumentazione consiste in un metal detector. Nient’altro. Per il resto è sempre bene muoversi con buon senso. Quindi chiedere il permesso al proprietario del terreno prima di ogni perlustrazione. Spesso i luoghi della ricerca sono infatti aree boschive o agricole. Vi si può trovare davvero di tutto. Anche ciarpame, intesi. In qualità di ospiti il consiglio è di limitare l’impatto sulla natura. Bisogna sì scavare per cercare. Ma molto importante è anche rimettere a posto la zolla di terra richiudendo la buca. Come del resto raccogliere tutto quello che si trova, non solo le cose interessanti. Nota a margine. Occhio agli ordigni bellici inesplosi. In questo caso è fondamentale chiamare subito le Forze dell’ordine. Spetta poi alle unità di artificieri intervenire.

Caccia con il metal detector: storie della Brianza

Le ricerche possono portare veramente ovunque. E riportare a galla oggetti personali persi nel tempo, testimonianze di storie, pegni di amori. Di recente al gruppo è capitato di trovare una “targhetta di fidanzamento”. Sopra erano riportati i due nomi e cognomi uniti da un “love” e i rispettivi numeri di telefono. La targhetta risaliva al 1978. È bastata una telefonata per rispolverare la storia e riannodare il filo della memoria. Recuperando un passato che si credeva perduto. In un altro caso in un bosco è stata recuperata una fede nuziale. Dalla data e dal nome all’interno, chiedendo alle parrocchie limitrofe, dopo qualche tentativo, il gruppo è risalito a chi aveva perso la fede. Per info sull’iniziativa Metal Detector Brianza si può visitare il gruppo Facebook di riferimento o la mail mdb.brianza@gmail.com.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here